Passo Brocon riaperto dopo la slavina (FOTO)

Share Button

Brocon, ecco le foto. Depaoli interroga

Ecco la massa di neve sulla strada. La slavina si è staccata mercoledi 30 gennaio dopo l’innalzamento della temperatura. Come si può vedere nella foto, la massa nevosa si trova esattamente tra le due gallerie appena prima del passo Brocon
Ecco la massa di neve sulla strada. La slavina si è staccata mercoledi 30 gennaio dopo l’innalzamento della temperatura. Come si può vedere nella foto, la massa nevosa si trova esattamente tra le due gallerie appena prima del passo Brocon

Trento – ”Il passo del Brocon – scrive nell’interrogazione il consigliere Marco Depaoli – ha risentito fortemente delle precipitazioni nevose cadute dei giorni scorsi. Gli esperti della Provincia, infatti, hanno disposto fin da subito l’ordine di chiusura del valico per paura di un distaccamento nevoso nella parte sovrastante la zona fra il Passo e il ‘poian de Cavalli’. Per fortuna non ci sono stati episodi pericolosi, nè incidenti. Tuttavia la Provincia per limitare i disagi e le difficoltà ha inviato tempestivamente sul posto un elicottero specializzato nell’esplosione controllata di masse nevose, che ha sovrastato l’area per parecchie ore senza riscontrare nessun cedimento”.

“Purtroppo – si legge nell’interrogazione –  ad oggi non ci sono novità: la strada provinciale n. 79 risulta ancora bloccata. Tutto ciò a discapito soprattutto degli operatori impiegati presso le Funivie Lagorai, che vivono a Canal San Bovo e che usufruiscono quotidianamente di questo transito. Il collegamento tra la valle del Vanoi e l’Altipiano del Tesino è sempre stato al centro di ampi dibattiti e discussioni, soprattutto da quando i lavori di costruzione delle nuove gallerie sono stati sospesi a causa del fallimento delle ditte incaricate della realizzazione delle opere.

La questione è molto delicata. Il passo del Brocon, infatti, negli ultimi anni è divenuto meta di tanti turisti provenienti dalle diverse zone del Trentino e dalle regioni circostanti. Gli operatori del settore dunque guardano con grande preoccupazione questa situazione, nel timore che vi possano essere ulteriori effetti negativi su un’economia già molto provata dalla crisi. Per questo la politica deve farsi carico di queste difficoltà con proposte concrete e conclusive, capaci di trovare una soluzione definitiva a questo problema.

Tutto ciò premesso interrogo la Giunta provinciale per sapere 

1. se è a conoscenza di questa situazione;

2. se vi siano notizie aggiornate sulla realizzazione delle gallerie, la cui realizzazione è rimasta sospesa a causa del fallimento delle ditte incaricate del lavoro;

3. se sia in programma la costruzione di opere paravalanghe nelle zone ad alto rischio, capaci di mettere in sicurezza il transito dei veicoli ed evitare così la frequente chiusura del valico”.

 

GUARDA LE FOTO DELLA SLAVINA SUL BROCON

 

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.