Meteo, torna la neve sulle Dolomiti: settimana instabile con il vortice atlantico di origine islandese

Share Button

Il vortice atlantico di origine islandese continuerà a condizionare il tempo al Centro e al Nord almeno fino a mercoledì 16 maggio, ma nei giorni successivi la situazione resterà ancora molto variabile, con pochi spazi soleggiati soprattutto sulle regioni settentrionali

 

NordEst – Una circolazione depressionaria – spiegano gli esperti di Arpav Dolomiti meteo – in lento spostamento verso l’Europa orientale seguiterà ad interessare le Alpi per buona parte della settimana, con masse d’aria alquanto fresca fino a martedì, poi in rialzo su valori prossimi alla norma. Venerdì un nuovo minimo in quota potrebbe formarsi sull’Europa centrale, iniziando a influenzare anche le Alpi. In questo contesto ciclonico si manterranno condizioni di instabilità, specie tra lunedì e martedì, in parziale attenuazione da mercoledì.

Il tempo previsto da Arpav

martedì 15. Al mattino cielo molto nuvoloso/coperto, con tempo instabile/perturbato associato a fenomeni abbastanza diffusi, in miglioramento entro sera. Clima decisamente freddo per il periodo. Precipitazioni. Fino a metà pomeriggio probabilità alta (70/90%) di precipitazioni diffuse, localmente a carattere di rovescio; da metà pomeriggio attenuazione dei fenomeni, in esaurimento ovunque alla sera. Limite della neve a 1600/1800 m, anche attorno ai 1400/1500 m in caso di rovesci più intensi, specie in qualche valle dolomitica.
Temperature. In calo, anche sensibile nei valori massimi, soprattutto in quota. Su Prealpi a 1500 m min 2°C max 4°C, a 2000 m min 0°C max 2°C. Su Dolomiti a 2000 m min -1°C max 1°C, a 3000 m min -5°C max -3°C.
Venti. Nelle valli deboli di direzione variabile; in quota in intensificazione da deboli a moderati/tesi e in rotazione a Nord, a 5-25 km/h a 2000 m, 15-45 km/h a 3000 m.

mercoledì 16. Tempo ancora da variabile con schiarite mattutine, a debolmente instabile al pomeriggio/sera per nuvolosità cumuliforme anche intensa associata a fenomeni sparsi. Clima mattutino fresco, più mite di giorno.
Precipitazioni. Al mattino assenti (0%); tra le ore centrali e il pomeriggio possibili rovesci sparsi e qualche isolato temporale (40/50%), in esaurimento entro sera. Limite delle deboli nevicate a 2300/2400 m.
Temperature. Minime in calo nelle valli, in lieve aumento in quota; massime in aumento, anche sensibile. Su Prealpi a 1500 m min 4°C max 10°C, a 2000 m min 2°C max 6°C. Su Dolomiti a 2000 m min 1°C max 7°C, a 3000 m min -4°C max -2°C.
Venti. Nelle valli deboli di direzione variabile; in quota perlopiù moderati, a tratti tesi in alta quota, settentrionali, a 10-25 km/h a 2000 m, 25-45 km/h a 3000 m.

Tendenza

giovedì 17. Tempo variabile/instabile con schiarite alternate a nuvolosità irregolare, più intensa per attività cumuliforme tra le ore centrali e il pomeriggio, quando saranno possibili rovesci sparsi e qualche temporale, con limite delle eventuali nevicate a 2300/2500 m. Clima diurno più mite.

venerdì 18. Tempo maggiormente soleggiato al mattino con ampie schiarite, con la consueta attività cumuliforme a ridosso dei rilievi nelle ore più calde, con possibili locali rovesci o isolati temporali. Clima mite con temperature diurne nella norma del periodo.

 

Torna la neve sulle Dolomiti

 

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.