Allerta Meteo a NordEst, nel giorno delle stelle cadenti: pioggia e grandine anche sulle Dolomiti

Share Button

Arpav Dolomiti meteo, segnala tra le ore centrali di venerdì 10 agosto e le prime ore di sabato 11, una fase di instabilità associata a probabili rovesci e temporali da locali a sparsi con possibili fenomeni localmente intensi (locali grandinate, forti raffiche di vento)

NordEst – Locali rovesci e temporali saranno possibili anche sabato, quando non sono esclusi isolati fenomeni intensi ma con minore probabilità.

Secondo Meteo Trentino una maggiore instabilità è attesa per venerdì e determinerà fenomeni più diffusi. Per il fine settimana e per lunedì sarà ancora prevalentemente soleggiato con rovesci e temporali al pomeriggio-sera, mentre per martedì è probabile un nuovo peggioramento.

Arpav Dolomiti Meteo segnala per venerdì 10 agosto tempo inizialmente piuttosto soleggiato; dalla tarda mattinata o dopo mezzogiorno aumento della nuvolosità irregolare cumuliforme, con un probabile episodio di instabilità entro il pomeriggio/sera. Clima ancora caldo, anche se con temperature diurne in lieve calo.

Precipitazioni. Al primo mattino assenti (0%); dalla mattinata crescente probabilità di rovesci e temporali che diverranno a tratti diffusi soprattutto al pomeriggio (50/70%), poi più probabili verso sera sulle Prealpi. Possibili fenomeni localmente intensi.

Temperature. In calo, specie nei valori massimi a fondovalle, con minime alla sera in quota. Su Prealpi a 1500 m min 15°C max 17°C, a 2000 m min 11°C max 14°C. Su Dolomiti a 2000 m min 11°C max 14°C, a 3000 m min 4°C max 7°C.

Venti. Nelle valli deboli/moderati per brezze; in quota perlopiù moderati sud-occidentali, a 10-20 km/h a 2000 m, 15-35 km/h a 3000 m.

Per sabato 11 agosto, tempo variabile, a tratti ancora debolmente instabile, con possibile qualche residuo fenomeno notturno o al primo mattino, schiarite mattutine anche ampie e possibile ripresa di qualche fenomeno di instabilità al pomeriggio, seguito da ampie schiarite serali.

Precipitazioni. Nella notte e al primo mattino possibili locali rovesci o temporali (40/50%), specie sui settori prealpini orientali; dopo una probabile pausa nelle ore mattutine, dalle ore centrali e al pomeriggio possibili nuovi rovesci o temporali sparsi (50/60%), in esaurimento entro sera.

Secondo gli esperti de ilmeteo.it l’anticiclone africano ha ceduto sotto la spinta delle correnti occidentali atlantiche più fresche ed instabili: i fenomeni che ne sono scaturiti sono stati vistosi ed eclatanti e proprio in questi minuti sono in azione alcune supercelle ovvero strutture temporalesche isolate, ma violente, accompagnate da raffiche di vento e da grandine.

Una di queste molto forte è in azione tra la Lombardia, il Veneto, e l’Emilia in particolare sulla Lombardia orientale tra le province di Brescia e di Mantova, sul Veneto tra Verona e Rovigo, e sull’Emilia tra Modena e Bologna e tra Bologna e Ferrara: l’evento può essere considerato estremo quasi eccezionale per la sua notevole intensità. Una cella minore è in atto a Rimini. Infine un’altra cella è in azione sulla Liguria tra Genova e La Spezia.

Violente raffiche di vento fino a 90 km/h accompagnano grandinate di grosse dimensioni.

Altri temporali sono attesi comunque sul Piemonte e sulla Lombardia nel corso della serata tarda e della notte e ancora una volta può sussistere il rischio grandine sulle città di Torino e di Milano.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.