Santa Barbara 2018, solenne cerimonia e premiazioni a Imèr

Share Button

Molti i Vigili del fuoco di tutte le età, presenti all’appuntamento, che ha segnato anche il passaggio di consegne, dopo 20 anni di attività, tra l’Ispettore uscente dell’Unione distrettuale, Paolo Cosner e il designato dai comandanti, Alberto Tisot

Foto di gruppo dopo la solenne santa messa per la patrona Santa Barbara a Imèr, sabato 1 dicembre 2018

 

Imèr (Trento) – La tradizionale festa di Santa Barbara dei Vigili del fuoco si è tenuta quest’anno nel Comune di Imèr alla presenza del presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel e dei sindaci del territorio.

Ospite della cerimonia, il presidente del Consiglio regionale, Roberto Paccher. Come di consueto, prima delle premiazioni dei Vigili del fuoco, si è tenuta la santa messa presieduta dal parroco don Nicola Belli. Subito dopo, gli interventi delle autorità presenti e le premiazioni nella sala ex Sieghe di Imèr.

Il presidente della Comunità di Primiero, Pradel, ha ringraziato in modo particolare i Vigili del fuoco per quanto hanno fatto durante l’emergenza maltempo, per l’intero territorio, complimentandosi per la costante presenza nella comunità, in tutti i momenti del bisogno.
Il presidente del Consiglio regionale, Paccher – portando il saluto del governatore Maurizio Fugatti – ha evidenziato inoltre, come durante l’emergenza dei giorni scorsi, le caserme si siano trasformate in veri e propri punti di accoglienza per il territorio. Sono infatti 239 i corpi dei vigili del fuoco volontari sparsi sull’intero territorio della Provincia Autonoma di Trento.
Oltre 5.000 uomini e donne in Trentino, sempre pronti a partire in caso di necessità. L’Unione distrettuale di Primiero, conta sei Corpi di Vigili del fuoco volontari.

L’attività dei Vigili del fuoco nel 2018

Santa Barbara 2018 – La relazione dell’Ispettore Alberto Tisot

Voglio inaugurare questa tradizionale ricorrenza di Santa Barbara presentandomi ufficialmente come nuovo Ispettore del Distretto di Primiero. E’ un onore per me rappresentare in questa occasione i Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari del Primiero e Vanoi. Sul mio nome nella recente designazione c’è stata la più ampia condivisione possibile, e di questo ne sono particolarmente orgoglioso. Come già detto ai Comandanti, il mio mandato sarà caratterizzato dalla continuità rispetto quanto fatto dal mio predecessore, che qui colgo l’occasione di ringraziare per il prezioso lavoro svolto e per avermi dato la possibilità di affiancarlo nel ruolo di vice ispettore. Prendo la guida di un distretto piccolo ma molto efficiente e coeso. Come in tutte le famiglie non mancano le discussioni ed i confronti anche accesi, ma questi passano in secondo piano quando si tratta di lavorare per il bene comune. Siamo comunque sempre riusciti a fare una sintesi e a trovare un equilibrio fra le aspettative di tutti i Corpi.

Al termine dell’anno scorso si è insediato il nuovo direttivo della nostra Federazione. Dopo aver passato un periodo di incertezza e disagio, con il nuovo assetto il mondo pompieristico Trentino ha ritrovato la serenità e la coesione necessaria per guardare al futuro con un rinnovato entusiasmo, guidati da persone competenti le cui figure sono finalmente condivise da tutti. Parlando di futuro, durante la scorsa primavera è terminato il corso di base che ha consegnato ai Corpi 10 nuovi vigili adeguatamente formati che ora potranno intervenire come vigili effettivi.

La tarda primavera ha visto anche la partecipazione del nostro Distretto, come di consueto, al campeggio allievi in Val di Ledro. Questo importante momento di incontro e confronto fra i nostri allievi e i ragazzi degli altri distretti è un’occasione fondamentale per conoscere e affinare le attività dei gruppi allievi, è un momento in cui sia i ragazzi che gli adulti rinsaldano le amicizie creando un vero spirito di corpo. E recente la notizia dell’intenzione di creare un gruppo allievi qui nel Corpo di Imer e per il quale mi sento fin da subito di mettere a disposizione la mia esperienza.

Sempre proseguendo nell’illustrazione delle principali attività che hanno interessato il nostro distretto nel corso del 2108, oltre all’attività istituzionale di Soccorso Tecnico Urgente, si segnalano il servizio di sicurezza alla Primiero Dolomiti Marathon, al Rallye di San Martino e all’adunata degli Alpini a Trento. Queste preziose occasioni consentono di testare la collaborazione con le altre forze di protezione civile, quali ad esempio Croce Rossa e Soccorso Alpino, permettendo al personale di perfezionare ulteriormente le procedure e imparare a lavorare in sinergia con le altre forze.

Nel corso dell’estate i Corpi del Distretto hanno partecipato all’emergenza che ha colpito il comune di Moena: su chiamata dei nostri vicini, in poche ore si organizzavano delle squadre che affiancate dai corpi provenienti da tutta la provincia, si mettevano a disposizione per portare alla normalità la località nel pieno della stagione turistica.

Sul fronte delle attrezzature, nel corso dell’anno è entrata in piena operatività la nuova autopiattaforma da 34 mt. che ora dopo i necessari periodi di addestramento e messa a punto è finalmente operativa. E’ entrata in servizio inoltre una nuova torre faro distrettuale, attualmente dislocata nel magazzino di Imer, che aumenta la sicurezza e l’operatività in scenari di intervento notturno. E’ a pieno regime la rete radio digitale TETRA che sta sostituendo la vecchia rete analogica e che ha dimostrato la piena maturità e affidabilità nei recenti eventi.

Proseguendo in ordine cronologico, alla fine del mese di settembre si è svolta la gara Only the Brave a Mezzano: questo evento sta assumendo un’importanza ed un prestigio sempre maggiore, richiamando atleti vigili del Fuoco da tutta Italia. In questa occasione tutto il distretto ha collaborato per la miglior riuscita della manifestazione.

Termino quindi con l’evento che più di tutti ha segnato il recente passato: alla fine di ottobre tutti i corpi dei vigili del fuoco sono stati impegnati nei noti eventi che hanno colpito le nostre comunità. Non mi dilungo su quanto accaduto e su quanto è stato fatto, lasciando parlare i numeri, ma è evidente che la presenza dei vigili del fuoco volontari e di una solida struttura di prevenzione e protezione civile, ha permesso alla popolazione di limitare i danni e i disagi al minimo. La cosa che ci rende più orgogliosi è il fatto che le nostre caserme ed i nostri vigili nei momenti più gravi dell’emergenza sono stati dei punti di riferimento per i nostri paesi, luoghi dove si potevano avere risposte ai problemi e luoghi dove si poteva trovare la sicurezza di luce, energia e a volte anche un pasto caldo per le tante persone che volontariamente si sono messe a disposizione.

La conferma della bontà del nostro sistema si è avuta dopo alcuni giorni, dove siamo stati chiamati ad aiutare i nostri vicini del Bellunese, in particolare nelle zone di Gosaldo, Livinallongo e Rocca Pietore. Li abbiamo potuto constatare che a distanza di 10 giorni non si era ancora usciti dalla fase di emergenza, anche se gli eventi erano molto simili a quanto accaduto da noi.

Interventi 2018

Descrizione

Ore Uomo

N° Interv.

Alluvione 3.760,8 25
Formazione Pratica 2.140,8 82
Manifestazioni 1.424,9 71
Ricerca persona 593,4 12
Supporto elicottero 406,1 54
Formazione Teorica 390,5 27
Soccorso tecnico generico 383,6 26
Prevenzione 344,8 17
Convegni e raduni 270,5 7
Incidente medio 267,7 16
Allagamento 198,0 16
Servizio reperibilità 183,0 6
Vigilanza 135,5 6
Pulizia sede stradale 100,0 18
Soccorso persona 87,5 13
Incidente grave 80,0 3
Taglio pianta 67,0 10
Incendio camino 57,8 8
Manutenzione 52,7 9
Incidente lieve 47,8 8
Bonifica insetti 44,4 27
Frana 32,0 3
Incendio autoveicolo 24,0 2
Servizio tecnico a pagamento 22,0 7
Incendio confinato 21,0 2
Recupero carico e/o Mezzo 18,9 9
Apertura porta 18,5 5
Soccorso animali 17,9 6
Assistenza traffico 13,8 4
Incendio sterpaglie 12,7 3
Sopralluogo incendio 11,5 3
Incendio abitazione 11,2 1
Fuga di gas 8,0 1
Sblocco ascensore 4,0 1

11.252,3

508,0

Il monte ore totale messe a disposizione dai Vigili del Fuoco Volontari del Distretto di Primiero nel corso del 2018 ammonta a 11.252 ore con un incremento del 64% rispetto l’anno precedente, pari a 508 interventi che addirittura sono in leggero calo .

Come sottolineato prima, è evidente l’impegno di oltre 3700 ore per il solo evento di fine ottobre, mentre è in evidenza il notevole numero di ore di formazione pari a oltre 2500 ore. Il resto degli interventi rispecchia il trend degli ultimi anni, anzi nel corso del 2018 si nota un deciso calo degli incendi in genere che oramai rappresentano una voce quasi minoritaria negli interventi dei vigili del fuoco.

La formazione

La formazione del personale operativo è diventata negli ultimi anni una delle attività centrali del nostro sistema, anche per uniformarsi alle norme sempre più stringenti che riguardano l’utilizzo di attrezzature specifiche. Nel corso del 2018 all’attività di formazione pratica e teorica sono state dedicate dal nostro personale, come detto prima, oltre 2500 ore.

Elenchiamo di seguito la corposa attività formativa svolta a livello distrettuale, alla quale vanno poi aggiunte tutte le manovre, esercitazioni, aggiornamenti e corsi svolti a livello di singolo Corpo. Colgo l’occasione per ringraziare gli istruttori del distretto per la preziosa collaborazione e diponibilità nella formazione del personale. Ricordo inoltre che la Federazione nel 2018 ha finanziato direttamente con un avanzo di amministrazione alcuni corsi che i corpi in autonomia hanno provveduto a tenere avvalendosi di formatori qualificati e abilitati, potendo scegliere le materie di maggior interesse.

  • Corso di base per vigili del fuoco neo assunti
  • Corso incidenti Stradali
    Corso utilizzo Motoseghe /Taglio piante
    Corso Tecniche di intervento per incendi al chiuso
  • Richiamo annuale BLSD per abilitazione all’uso del defibrillatore, 64 vigili abilitati in tutto il Distretto.
  • Corso di formazione PLE e abilitazione all’uso della auto piattaforma B34 in dotazione al Distretto
  • Corso assistenza alle operazioni con elicottero per graduati.
  • Corso Cadute dall’alto e attrezature da taglio (Finanziato dalla federazione)

Nell’ambito della formazione lavora anche il gruppo di lavoro Distrettuale GPS ricerca persona, composto da vigili di tutti i Corpi del Distretto. Tale gruppo svolge un importante funzione di organizzazione essendosi configurato come una task force a disposizione di tutti i corpi in caso di ricerche persona. Ricomprendiamo nella attività di formazione il Campeggio Allievi e la gara con autoprotettori Only the Brave svoltasi a Mezzano.

Concludo quindi ringraziando nuovamente l’Ispettore uscente Paolo Cosner, il segretario Federico Bettega e il cassiere Donazzan Renato, questi ultimi al servizio dell’Unione distrettuale da decenni. Nel corso delle ultime elezioni, insieme alla mia figura sono stati eletti i nuovi collaboratori dell’Unione nelle persone di Roberta Grandi, cassiere, Daniele Furlan, segretario, mentre i revisori dei conti sono stati riconfermati nelle persone di Partel Antonio e Taufer Mauro.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.