REPORTAGE/Trentino Brasile, Cavedine ritrova i sui emigranti

Share Button

In viaggio con Cesare Ciola (Trentini nel Mondo)

 brasil_60044

di Cesare Ciola

Bento Gonçalves/Brasile – “In Brasile abbiamo trovato un altro Trentino, tante comunità con il nostro DNA che hanno costruito paesi ma soprattutto città. E’ stata un’esperienza unica, che si doveva fare per ritrovare i discendenti dei nostri emigrati e porre le basi per futuri passi a più ampio raggio“.

Sono queste le parole di Renzo Travaglia, Sindaco di Cavedine, affermate a Bento Gonçalves, nello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, a conclusione del “Primo viaggio dei Cavedineri in Brasile”.

Assieme al Sindaco, con alcuni compaesani anche il Parroco don Luigi Benedetti: anche lui conferma la grande importanza di rafforzare il legame tra le istituzioni di Cavedine con i suoi emigrati oltre oceano, protagonisti di quell’epopea migratoria delle ultime decadi dell’ottocento, quando anche in Valle dei Laghi si pativa la fame e l‘unica speranza di costruire un’esistenza accettabile era rappresentata dalla partenza per un nuovo mondo, sconosciuto, con tante speranze confermate poi da poche certezze.

Una volta qui in Brasile i nostri emigrati non hanno trovato case e campi, ma solo mato, ovvero foresta; è stata la loro grande determinazione che li ha fatti superare lo sconforto e trasformare la terra vergine in campagna coltivabile, che ha assicurato loro nel tempo condizioni di vita dignitose, e dove hanno potuto riscattarsi fino a diventare i protagonisti del Brasi le di oggi.

Una sfida superata mantenendo i valori della nostra gente, nella famiglia e nella fede, come il Sindaco, il Parroco e la delegazione hanno avuto modo di toccare con mano nei 10 giorni trascorsi in 4 stati del Brasile: San Paolo, Paranà, Santa Catarina e Rio Grande do Sul.

Nella città di Jaraguà do Sul, nel nord/est di Santa Catarina, vi è stato l’incontro con i discendenti di emigrati di Cavedine, ed anche il Sindaco di questa città di 150 mila abitanti ha manifestato la volontà di restituire la visita al collega trentino il prossimo anno.

Molto commoventi anche gli incontri con tanti Circoli Trentini, con tanta gente, anche nella zona vinicola di Bento Gonçalves, Garibaldi e Carlos Barbosa nel Rio Grande do Sul, dove sono stati raggiunti da Cesare Ciola della Trentini nel Mondo.

A organizzare tutta questa visita Giuliano Berti, originario di Cavedine, Presidente del Circolo Trentino di Nereu Ramos e Coordinatore dei Circoli della zona nord/est di Santa Catarina. Una persona unica, per la delegazione di Cavedine, che ha lasciato con le lacrime agli occhi al momento dell’arrivederci all’aeroporto di San Paolo”.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.