Articoli Pubblicati

Trento, Cassa Rurale degli Altipiani: Diego Schelfi è stato eletto presidente

Share Button

Il Palazzetto dello Sport di Folgaria ha ospitato l’assemblea dei soci della Cassa Rurale degli Altipiani. Ha eletto presidente, consiglio di amministrazione, collegio sindacale e collegio dei probiviri

schelfi-diego

Folgaria (Trento) - Diego Schelfi è il presidente della Cassa Rurale degli Altipiani. E’ stato eletto oggi pomeriggio dall’assemblea dei soci ospitata al Palazzetto dello Sport di Folgaria. Vicepresidente di Federcasse (la Federazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e delle Casse Rurali), Schelfi è stato presidente della Federazione Trentina della Cooperazione dal 2003 al 2015.

Assieme a lui nel consiglio di amministrazione dell’istituto di credito cooperativo: Georgia Ciaghi, Roberta Cuel, Franco Bolner, Adriano Marzari, Leo Nicolussi Paolaz, Giulio Pezcoller.

Presidente del collegio sindacale Franco Sebastiani. Gli effettivi: Silvia Arlanch Raffaella Prezzi. Supplenti:Micol Marisa Matteo Eccher.

Eletto anche il collegio dei probiviri. Il presidente è Marco Paissan. Effettivi: Patrizia Potrich ed Emilio Gheser.Supplenti: Paolo Lagnese Tullio Sartori.

I numeri

La Cassa Rurale degli Altipiani, uscita dal commissariamento (commissario: Giambattista Duso), è stata restituita “in bonis” ai soci e alla comunità, dopo un rigoroso piano di razionalizzazione e controllo dei costi.

Anche nel periodo di commissariamento, durato un anno e mezzo, i soci e clienti non hanno mai perso la fiducia nella propria Rurale: 1.360 soci nel 2013, 1.278 i soci attuali.

La raccolta totale presso la clientela, dopo un iniziale calo, ha ripreso gli stessi valori di prima della crisi: 269 milioni nel 2013, 266 milioni a dicembre 2015. Gli impieghi hanno invece subito una flessione, motivata allo stralcio dei crediti in sofferenza, da 170,2 milioni nel 2013 a 163 milioni di euro a dicembre 2015. La Cassa continua a fare credito alle famiglie e alle piccole e medie imprese, come è nella mission di ogni Cassa Rurale.

Il sistema di Credito cooperativo trentino interviene per aumentare il patrimonio della Cassa Rurale con una cifra che si aggira sui 4 milioni di euro, così suddivisi: 1 milione 950 mila euro dal Fondo Comune delle Casse Rurali e 2 milioni di euro di prestito irredimibile da parte di Promocoop. Si tratta di una “soluzione ponte” in vista della conversione in azioni di finanziamento.

Gli interventi

Sono stati diversi durante i lavori assembleari.

Tra i più apprezzati quello di Elio Pisoni, vicepresidente della Cooperazione Trentina per il settore del credito. “E’ un giorno speciale – ha osservato – perché la Cassa Rurale viene riconsegnata alla comunità al termine di un percorso che ha permesso di restituire una banca con i conti in ordine. Questo dimostra la solidarietà, la serietà e la solidità del sistema. Fattori che consentono di trovare le forze all’interno del nostro sistema e del nostro movimento cooperativo. Sono certo che l’amore che avete dimostrato verso la vostra Cassa Rurale sia destinato a continuare nel tempo”.

All’assemblea hanno partecipato anche Roberto Simoni, presidente di Promocoop Trentina, e Ruggero Carli, responsabile del settore Casse Rurali della Federazione Trentina della Cooperazione.

I “quarantenni”

Sono i sette soci premiati per la loro quarantennale fedeltà alla Cassa Rurale: Paolina Cappelletti, Nadia Plotegher, Roberto Schonsberg, Ermanno Forrer, Luigino Toller, Daniele Plotegher.

Borse di studio

Sono state consegnate quattro borse di studio (ognuna del valore di millecinquecento euro) ad altrettanti studenti e studentesse universitarie.

Sono: Ilaria Carbonari, vive a Carbonare di Folgaria,  frequenta il quinto anno della facoltà di medicina all’Università di Parma; Isabella Gerola, risiede a Terragnolo, ha portato a termine la facoltà di scienze dell’alimentazione all’Università di Firenze e sta preparando la tesi di laurea; Eloina Corradi, risiede a Lavarone, ha conseguito la Laurea Magistrale nel Corso di Studio in Biotecnologie Cellulari e Molecolari presso l’Università degli Studi di Trento con 110 e lode; Alessio Marzari, residente a Nosellari di Folgaria, è iscritto al secondo anno della Laurea Magistrale in Fisica Sperimentale all’Università degli Studi di Trento.

Share Button

SFOGLIA LAVOCEDELNORDEST CON L’INSERTO SPECIALE DEDICATO ALLE ELEZIONI DI PRIMIERO SAN MARTINO DI CASTROZZA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>