Olimpiadi invernali, E’ altoatesina la prima medaglia azzurra con Dominik Windisch nel biathlon

Share Button

Prima medaglia da biathlon. Nello slittino Fischnaller quarto

Dominik Windisch (FISI)

 

NordEst – La prima medaglia è quella che non ti aspetti. Nel secondo giorno di gare ai Giochi di PyeongChang, cominciato con il rinvio per vento della discesa maschile e gli uomini jet azzurri rimasti in stand by, lo stesso vento gelido ha spinto invece Dominik Windisch al bronzo nella 10 km sprint del biathlon. Un podio a sorpresa quello conquistato dall’atleta ventottenne altoatesino che rompe il ghiaccio per la spedizione azzurra.

“La medaglia più inattesa, è stato fantastico con una gara complicatissima, condizionata dal vento – esulta il presidente del Coni, Giovanni Malagò. E’ rimasto attaccato fino alla fine e poteva prendere anche a medaglie più pregiate. Bel risultato per l’Italia e per per questo sport che è in grande crescita”. Lo sprint è arrivato in chiusura di una giornata che ha visto l’esordio sul ghiaccio di Carolina Kostner: in attesa della gara individuale, la campionessa dei pattini ha messo le ali anche alla prova a squadra, spingendola in finale (nella notte italiana).

Niente da fare invece nel pattinaggio di velocità per Nicola Tumoleri: il campione europeo in carica non è andato oltre l’ottavo posto sulla distanza lunga dei 5000 metri, vinti dall’olandese volante Sven Kramer. E senza Armin Zoeggeler lo slittino azzurro dopo sei edizioni olimpiche non va sul podio: nonostante una quarta manche super di Dominik Fischnaller che con il record della pista risale dalla settima alla quarta posizione. Per due millesimi però non sale sul podio. A sorpresa vince l’austriaco David Gleirscher.

Gara stregata per il tedesco Felix Loch che da grande favorito e leader dopo tre manche butta tutto via con una quarta discesa da dimenticare. Quinto posto e lacrime. L’altro azzurro Kevin Fischnaller, quarto dopo la terza manche, ha invece chiuso settimo. L’Italia Team intanto riempie la prima casella: con la medaglia a sorpresa di Windisch, che torna in gara con la 12.5 km a inseguimento. Il militare di Anterselva potrebbe averci preso gusto a spiazzare tutti.

Felice e incredulo Dominik Windisch dopo aver ottenuto il bronzo nella 10 km sprint di biathlon: questo terzo posto alle Olimpiadi “Mi ripaga di tantissime sconfitte. Ho cominciato a praticare il biathlon che non avevo 10 anni di età. In tutta la vita ho avuto più sconfitte che vittorie”. Ai microfoni Rai l’atleta azzurro, già bronzo a Sochi ma nella staffetta, dice: “ho cercato di dare il meglio, di stare tranquillo. Mi sono spaventato dopo l’ultimo colpo, pensavo di aver perso tutto. Invece è andata bene”. Questa è una medaglia di “squadra – aggiunge l’atleta di Brunico-, mia e di tutti quelli che hanno lavorato con me in questi anni, anche quando le vittorie non venivano. Ho avuto tantissime sconfitte, più sconfitte che vittorie, per questo devo godermi questo momento speciale. Ora devo concentrarmi per la prossima gara, devo cercare di dormire bene, sarà difficile con tutte queste emozioni”.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.