Migranti al Brennero, fuori pericolo bimbo ritrovato in stato di ipotermia

Share Button

Fuori pericolo bimbo solo su treno merci

La questura di Bolzano ha arrestato due cittadini stranieri, un egiziano ed un iracheno, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravata

Bolzano –   E’ fuori pericolo il bimbo di circa 5 anni, trovato lunedì al Brennero solo su un treno merci in stato di ipotermia. Il piccolo, probabilmente originario della Sierra Leone, è ora ricoverato all’ospedale di Bressanone e le sue condizioni – si è appreso – sono buone. Dei genitori per il momento non c’è traccia.

Il bambino è stato trovato da agenti della polizia ferroviaria, nascosto sotto il pianale di un vagone di un treno merci alla stazione del Brennero. In evidente stato di ipotermia, è stato trasportato in ospedale.

Dopo essersi svegliato, il piccolo ha detto ai medici di chiamarsi Anthony e di provenire dalla Sierra Leone. Il bimbo aveva con sé una borsa con alcuni effetti personali appartenenti ad una donna. Non è, per il momento, chiaro se la donna era con lui e sia scappata, quando ha visto i controlli della polfer al Brennero, oppure se il bimbo era da solo in viaggio sul treno merci, partito da Veron

Due arresti al Brennero

Sempre in queste ore, la polizia altoatesina ha arrestato anche due cittadini stranieri, un egiziano ed un iracheno, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina aggravata. I due sono accusati di aver organizzato trasferimenti verso l’Austria e la Germania a bordo di treni merci, il tutto dietro pagamento di 150 euro a testa. I viaggi documentati sono stati almeno 7, nel giro di pochi giorni e hanno coinvolto oltre 50 stranieri, tra cui anche donne incinte e minore anche di tenerissima età.

Le indagini, coordinate dalla procura di Bolzano e condotte dalla squadra mobile di Bolzano e dal commissariato di Brennero, sono iniziate lo scorso agosto quando nel quotidiano controllo della fascia di frontiera, è stato fermato un gruppo di migranti subsahariani sulla pista ciclabile che da Colle Isarco porta all’abitato di Brennero.

Con loro c’era M.A., cittadino egiziano, con permesso di soggiorno scaduto, residente a Como, il quale non dava una spiegazione plausibile della sua presenza sul posto.

  • In breve

Tentato furto alle Poste di Ronzo Chienis – Tentativo di furto domenica notte all’ufficio postale di Ronzo-Chienis, Val di Gresta. I ladri hanno forzato la porta d’ingresso però non sono riusciti a prendere neanche una banconota. Causati solo danni materiali. Indagano i Carabinieri di Rovereto.

Vaccini, torna a scuola il bimbo escluso – Può tornare alla materna il bimbo della Valsugana escluso perché non in regola con i vaccini. Sono 2000 i bambini sotto i 6 anni senza le vaccinazioni complete. Decine di famiglie senza prenotazione al CUP hanno scelto di non mandarli all’asilo per evitare prove di forza.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.