Incendio “El Mondin”, dopo le fiamme i ringraziamenti

Share Button

Incendio domato, grande spiegamento di forze e mezzi

mondin1

Primiero (Trento) – L’intervento dei giorni scorsi a Transacqua nel Primiero, per domare le fiamme all’albergo ristorante “El Mondin” conferma ancora una volta – nella drammatica situazione creatasi – l’ottima organizzazione dei Vigili del fuoco volontari del territorio, che meritano il plauso dell’intera comunità locale per quanto hanno fatto in piena emergenza.

Molte le espressioni di solidarietà anche per i titolari del locale, ai quali va l’augurio di poter ripristinare quanto prima la struttura.

Intanto, proprio in queste ore i coordinatori dell’intervento, l’ispettore distrettuale dei Vigili del fuoco Paolo Cosner e il Comandante del Consorzio, Gianni Turra intendono ringraziare i loro volontari e quanti hanno collaborato all’operazione.

“Nell’intervento di Transacqua – spiega Paolo Cosner – Sono intervenuti tutti i Corpi del Distretto,  anche Sagron Mis e San Martino di Castrozza. Abbiamo ricevuto i complimenti per la gestione dell’intervento, soprattutto i vvf hanno perfettamente messo in pratica le tecniche di intervento che negli ultimi anni.

In particolare con l’utilizzo di pochissima acqua per non arrecare ulteriori danni ai piani sottostanti, utilizzando squadre all’interno con bombole alla “ricerca del fuoco”, azione molto pericolosa ma molto efficace. Inoltre è stato fondamentale non accanirsi a spegnere quello che ormai era già distrutto ma puntando a “tagliare” la propagazione dell’incendio nell’intercapedine del tetto per salvare la parte ancora non intaccata.

Certo tutto questo agli occhi di spettatori e curiosi profani pare mancanza di acqua o poco personale operativo – aggiunge Cosner – ma avevamo ben 5 squadre all’interno della struttura, che certamente non si vedevano lavorare, mentre hanno dato il massimo per l’intera giornata e non solo.

 Un grazie particolare vada ai Nu.Vol.A. di Primiero allertati a mezzogiorno e pronti in mezz’ora, per la sussistenza agli oltre 80 vvf in azione, i quali poi ci hanno garantito anche una cena calda e ristoratrice. E’ bello poter contare su una organizzazione così che ti toglie il pensiero di dar da mangiare al personale in una situazione di emergenza.

Ho richiesto – conclude l’ispettore Cosner – la presenza sul luogo durante tutto l’interevnto di un equipaggio del 118. Con 80 uomini che lavorano in condizioni pericolosissime è meglio esser pronti per eventuali infortuni. Nessuno fortunatamente si è fatto male e questo per me è già un successo enorme visti i numeri ed il contesto.

Con le previsioni meteo avverse non potevamo lasciare il ristorante senza copertura (ci sarebbero stati ulteriori danni da neve o pioggia) per cui ci siamo organizzati con legname, travi, teli per coprire l’albergo. Per fare questo lavoro ci ha aiutato una squadra di 30 vvf del Distertto di Borgo Valsugana arrivati verso le 19 di sabato a dare il cambio ai nostri vvf ormai allo stremo dopo 10 ore di intensissimo lavoro. Sono state necessarie anche due torri faro arrivate da Trento e dalla Val di Fiemme per illuminare a giorno la zona.

Credo molto alla collaborazione fra Distretti e zone del Trentino diverse – termina nella sua nota l’ispettore Cosner – non solo durante le esercitazioni ma soprattutto in questi casi di emergenza.

Un grazie e un sincero complimento a tutto il personale intervenuto, vvf e non, per la stoicità e per la professionalità dimostrata, tutti costoro fanno grande la nostra Comunità Trentina”.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.