Dopo l’esordio con successo di “Lettere dal fronte” si replica a Moena il 15 novembre

Share Button

Successo ed auditorium gremito a Primiero per la prima di “lettere dal fronte” con il CORO SASS MAOR di Primiero diretto da Marco Gubert, il CORO ENROSADIRA di Moena diretto da Barbara Pedrotti e il GRUPPO TEATRALE “COREGHE DRIO” dell’Istituto Superiore di Primiero con la regia di Daiana Lucian

lettere

Primiero (Trento) – Uno spettacolo di scene e canti inediti tratti dagli scritti di soldati trentini. Raccontare la storia attraverso la musica ed il teatro in modo tale da riuscire ad amplificare le emozioni ed i sentimenti che essa può trasmettere. Valorizzare l’aspetto umano fatto di sofferenze, di trepidazione, ma anche di condivisione, di rapporti umani: l’uomo è al centro, è il protagonista.

Sabato 15 novembre 2014 ore 20.45

TEATRO NAVALGE DI MOENA

Osservare gli eventi al di fuori di ogni schieramento: né filo austriaci né filo italiani ma uomini, donne e famiglie sui quali si sono abbattuti gli eventi: trentini mandati a combattere sul fronte orientale, Trentino teatro di aspri combattimenti tra Impero Asburgico e Regno d’Italia.

Questi gli obbiettivi che lo spettacolo “Lettere dal fronte” si propone di raggiungere. L’ambiziosa idea che anima il progetto vuole dar voce alle esperienze di guerra che gli “italiani d’Austria”, nello specifico i soldati trentini, fecero sul fronte orientale e sulle nostre montagne all’interno di un esercito plurietnico; con “quanta” convinzione e senso patriottico i soldati-contadini partirono per la guerra, come attraversarono i campi di battaglia, vissero il tempo della prigionia (dalla Galizia alla Siberia fino alla Cina) e come si presentarono, finita la guerra, all’ appuntamento con l’Italia.

Utilizzando le testimonianze di chi l’ha vissuta in prima persona, (lettere, pagine di diario, poesie e altri scritti di 10 soldati trentini) verranno proposti dai due cori, alternativamente o insieme, 11 canti inediti composti per l’occasione dai musicisti Ilario Defrancesco, Lorenzo Donati, Armando Franceschini, Roberto Gianotti, Marina Giovannini e Felix Resch.

Questi canti sono inseriti all’interno di momenti teatrali ideati e curati dagli stessi studenti-attori dell’Istituto Superiore che, con la guida della prof. Daiana Lucian in collaborazione con i prof. Gabriella D’agostini, Alessandra Piva, Jennifer Trani, Marialaura Bastasin e Fulvio Ferroni, dopo aver analizzato diari e lettere dei dieci soldati, hanno scelto e metteranno in scena particolari situazioni e aspetti relativi alle più diverse esperienze di guerra (partenza, campi di battaglia, vita di trincea, trepidazione della famiglia, prigionia, ecc.).

Un grazie particolare va al dott. Quinto Antonelli ricercatore del Museo Storico del Trentino e a Mariano Longo della Biblioteca Intercomunale di Primiero per la preziosa collaborazione nella ricerca, e per la consulenza musicale, al prof. Luigi Azzolini direttore di coro e d’orchestra e docente al Conservatorio C. Monteverdi di Bolzano, che hanno creduto nel progetto e, con la loro competenza e disponibilità hanno contribuito a far sì che l’idea iniziale del Coro Sass Maor, fin da subito condivisa dal Coro Enrosadira, si sia concretizzata in questo spettacolo, tutto da vedere e da scoprire, che siamo lieti ed anche un po’ orgogliosi di presentare al pubblico.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.