Dal notaio per separarsi, spara alla moglie e si uccide: l’uomo aveva 80 anni, la vittima 64

Share Button

Si erano recati insieme dal notaio per redigere un atto per la separazione. Ma all’improvviso il marito ha tirato fuori una pistola e ha aperto il fuoco contro la moglie, uccidendola. Poi ha puntato l’arma contro di sé e si è tolto la vita. E’ accaduto mercoledì mattina attorno alle 10, in pieno centro a Udine

NordEst – Un uomo ha sparato alla moglie e poi si è tolto la vita. Il fatto è accaduto mercoledì mattina a Udine in uno studio notarile dove si trovavano per stipulare un atto di vendita di un immobile di proprietà comune. La coppia aveva avviato un procedimento di separazione. L’omicidio-suicidio è avvenuto davanti ad altre 5 o 6 persone che questa mattina si trovavano nello studio notarile.

Secondo una prima ricostruzione da parte della Polizia, che è intervenuta sul posto, l’uomo, 80 anni, ha estratto una pistola mentre si trovavano proprio davanti al notaio per la firma dell’atto e ha sparato alla moglie, 64 anni, colpendola alla nuca.

Poi si è spostato in un’altra zona della stanza e ha rivolto l’arma contro se stesso, uccidendosi. Pare che uno dei presenti sia rimasto anche ferito di striscio in maniera non grave e abbia avuto bisogno di farsi medicare dai sanitari.

 

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.