Clochard ucciso nel Veronese: indagati due ragazzi per tragico scherzo

Share Button

Accusati di omicidio, hanno 13 e 17 anni

NordEst – Hanno 13 e 17 anni i due ragazzi minorenni accusati dell’omicidio del senzatetto trovato carbonizzato nell’incendio dell’auto la sera del 19 dicembre scorso, a Santa Maria di Zevio (Verona).

I residenti della zona hanno riferito agli investigatori che li vedevano spesso infastidire il clochard, tirandogli contro dei petardi. “Era uno scherzo, non l’abbiamo fatto apposta” si sarebbero giustificati i due ragazzi.

A indirizzare le indagini verso i due giovani, di origini straniere, sarebbero state anche le immagini delle telecamere di sicurezza. L’uomo, Ahamed Fdil, un marocchino di 64 anni, aveva fatto dell’auto la propria casa dopo essere rimasto senza lavoro. Ma negli ultimi mesi, secondo le testimonianze degli abitanti della zona, era divenuto l’obiettivo di un gruppo di bulli, che non perdevano occasione per dargli fastidio.

  • In breve a NordEst

Alpinista salvo dopo la valanga – E’ accaduto in Val Visdende. L’uomo è stato trascinato per una trentina di metri verso il basso, ma è riuscito a restare in superfice.

Incendio nel Bellunese – Una casa è andata a fuoco in via Cesiominore nel comune di Cesiomaggiore: salve 10 persone che abitavano nella struttura. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per spegnere l’incendio e mettere in sicurezza la casa. Danni ingenti.

Donna uccisa a Este: arrestato concittadino – I carabinieri del Comando provinciale di Padova hanno arrestato il presunto omicida di Liliana Armellini, l’anziana il cui corpo era stato ritrovato il 23 maggio del 2016 nella sua casa a Este (Padova). Si tratta di un italiano del posto di 37 anni.

Stranieri rapinano sordomuta, bloccati – Tre cittadini nigeriani di 19, 22 e 25 anni sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata, compiuta nel sottopasso pedonale della stazione di Mestre, ai danni di una donna sordomuta di 43 anni.

Truffano 80enne sottraendole 2.100 euro – Due persone, rispettivamente di 31 e 28 anni, sono state denunciate, a piede libero, per truffa ai danni di una 80enne di Scorzé (Venezia) alla quale hanno sottratto 2.100 euro poi recuperati e restituiti dai carabinieri.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.