Ballottaggi in Veneto: affluenza in netto calo. Rovigo con Gaffeo al centrosinistra, la Lega prende Mogliano. Ferrara a destra dopo 70 anni

Share Button

Il centrosinistra, guidato da Edoardo Gaffeo, ribalta l’esito del primo turno che lo vedeva sotto di 13 punti (25,42 contro 38,17) sul candidato del centrodestra e strappa a quest’ultimo il Comune di Rovigo, che lo aveva retto fino a poche settimane fa, per 400 voti: 50,94% contro 49,06

NordEst – Un boccone amaro per la leghista Monica Gambardella che sembrava tranquilla dopo l’onda recente delle Elezioni Europee, ma che doveva fare i conti con lo sgretolamento dell’ amministrazione comunale retta in maggioranza dal 2015 dal collega di partito Massimo Bergamin, vice presidente regionale del Carroccio veneto, vistosi sfiduciato dai suoi stessi assessori che l’hanno lasciato alla fine solo sullo scranno comunale a reggere i banchi di una Giunta ormai appassita. Ne ha approfittato Gaffeo, docente universitario di Trento che ha trascinato le due liste civiche a lui collegate e il Pd a prendere la maggioranza dei consensi della città e ad insediarsi a Palazzo Nodari.

A Mogliano vittoria di Davide Bortolato della Lega che supera Carola Arena di pochi voti: solo 45 in più.​ Noale dove Patrizia Andreotti ha prevalso su Michela Barin: 53,49% (4076 voti) contro 46,51. Vittoria e sindaco al femminile anche a Spinea dove ha prevalso al fotofinish Martina Vesnaver su Emanuele Ditadi: 50,11% e 7.074 contro il 49,89%.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.