Maurizio Solieri, il nuovo Album, Vasco Rossi e il Trentino: domenica sera a Mezzano con la ‘Diapasonband’ dopo i ‘Credence’

Share Button

Weekend di grande musica live sul ‘Brolo’ di Mezzano con i ‘Credence’ sabato sera 14 luglio e domenica 15 luglio dedicata a Vasco Rossi con il chitarrista storico Maurizio Solieri e la Diapasonband. Ecco l’intervista a Solieri che si racconta alla nostra redazione

Mezzano (Trento) – Dal 1995 è nata una collaborazione artistica con musicisti legati alla storia di Vasco Rossi: il chitarrista Maurizio Solieri, che in q

uesta occasione suonerà sul Brolo di mezzano con la Diapasonband. Il gruppo veronese è nato nel 1982 proponendo un repertorio molto vario che comprendeva musica beat, pop italiana, “west coast”, blues e rock.

Nel 1984 l’amicizia con Alessandro “Poppa” Pozzato diventa collaborazione musicale e il gruppo prende il nome definitivo di “Diapasonband”.

Vista la somiglianza fisica e vocale con Vasco Rossi, il cantante fa assumere un’identità precisa alla band, che si specializza nelle canzoni del rocker modenese, ottenendo consensi favorevoli da parte di un pubblico sempre più numeroso.

Il successo dei concerti proposti, porta ben presto la Diapasonband ad imporsi tra le più importanti e apprezzate tribute band Italiane.

Guarda l’intervista a Maurizio Solieri

Non mancherà il bassista Claudio “Gallo” Golinelli, il sassofonista Andrea “Cucchia” Innesto, il tastierista Alberto “Lupo” Rocchetti, la cantante Clara Moroni, il trombettista-programmatore Frank Nemola, Diego Spagnoli, artista poliedrico e stimato stage manager, il tastierista Mimmo Camporeale e il batterista Tedeschi.

Voce: Alessandro Poppa Pozzato
Chitarre e cori: Roberto Vanni
Chitarre e cori: Cristian Cicci Bagnoli
Tastiere e cori: Massimo Cavallari
Basso: Max Gelsi – Roberto Padrini
Batteria: Cesare Capitani
Sax e cori: Cristiano Pagnin
Cori: Cristina Gi

OSPITE SPECIALE: Maurizio Solieri – Mezzano, piazza Brolo, ingresso gratuito – Concerto ore 22.00

Credence Clearwater Revived, sabato 14 luglio a Mezzano

Tutti gli appassionati del rock sanno che i fratelli John e Tom Fogerty fondarono, all’epoca di Woodstock, quella che è stata, a detta di molti, la più grande band americana per quanto riguarda i singoli, i “CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL”, uno dei più convincenti rock’n’roll group di ogni genere, la band californiana più rappresentativa della cultura “on the road” degli anni ’60 e ’70. E che la band, dopo anni di successi planetari e milioni di dischi venduti, si sciolse malauguratamente a fine anni ’70, all’apice del successo, per la separazione artistica dei due fratelli/leader, John e Tom Fogerty.

Se John intraprese una luminosa carriera solistica nella musica country (salvo poi tornare, di recente, ai greatest hits) il fratello Tom fu sempre desideroso di far “rivivere” i suoni con una band che fosse erede dei CCR, ma nel 1990 morì prematuramente, a causa di un male incurabile. Il desiderio di Tom far rinascere i CCR fu esaudito poco tempo prima della sua scomparsa, con la nascita dei CREEDENCE CLEARWATER “REVIVED”, sotto la guida del virtuoso chitarrista Johnny “Guitar” Williamson (già membro dei mitici Titanic di “Sultana”), che aveva avuto modo di conoscere Tom Fogerty e di coglierne il progetto: l’epico successo della band originaria iniziava ad essere rinvigorito.

Ancora oggi, dopo ormai circa trent’anni di tournèe, i CREEDENCE CLEARWATER “REVIVED” riescono a portare in giro per il mondo i suoni e le atmosfere dei CCR e negli ultimi anni hanno dato luogo a numerosissimi concerti anche in Europa, entusiasmando ovunque il pubblico accorso (in Germania, Olanda, Danimarca, Finlandia, Svezia, Norvegia, Russia, Rep. Ceca, Polonia, Slovenia, Croazia, Montenegro ed, ovviamente, in Italia).

La formazione, oltre al “leggendario” Johnny “Guitar” Williamson (…naturalmente alla chitarra) prevede alla batteria un altro “vecchietto terribile”, ovvero il “Santa Claus of Rock and Roll”, al secolo Wally Day (batteria), l’eclettico e magnetico Chris Allen al basso e l’under 40 cantante barbuto John W. Doyle, anch’egli virtuoso chitarrista. La band suona tutti i “classici”: Proud Mary – Bad Moon Rising – Have You Ever Seen the Rain – Green River – Down on the Corner – Lodi – Fortunate Son – Run Through the Jungle – I Put a Spell on You – Susie Q – Who’ll Stop the Rain – I Heard It Through the Grapevine – Hey Tonight – Cotton Fields – Long as I Can See the Light – Molina – Tombstone Shadow. A luglio 2018 arrivano in tour in Italia, il 14 saranno nel Brolo a Mezzano. Ingresso gratuito. Apertura spettacolo con la band The Mods. Inizio Spettacolo CCR: 22:00

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.