Primo Piano Primiero Vanoi

Dolomiti, MeteoTrentino annuncia weekend perturbato. Passo Rolle riapre da sabato mattina

Share Button

Via libera dalla Commissione valanghe alla riapertura di passo Rolle da sabato mattina dopo le 6 (ultimate le operazioni di sgombero) per il miglioramento delle condizioni meteo nelle prossime ore

Trento – I mezzi per lo sgombero neve ed in particolare le frese e turbine saranno impegnate per buona parte della giornata per completare le operazioni di pulizia del piano viabile e l’allargamento della carreggiata lungo le arterie viarie a quote superiori ai 1000 – 1200 metri. Per questo si raccomanda di prestare attenzione.

Strade sett 2 – BASSA VALSUGANA E PRIMIERO

Al Passo Rolle sono caduti 90 cm, al Passo Brocon 40 cm come al Passo Cereda, quota neve 750 m. Passo Brocon chiuso per pericolo valanghe dal km 24+600 al passo (lato Vanoi).

Riapre da sabato mattina il Passo Rolle in seguito alla chiusura per pericolo valanghe da San Martino di Castrozza (km 87 circa) al passo.

Si segnala l’intervento dei Vigili del fuoco sulla strada per Cereda per caduta piante. Il tratto è comunque percorribile. Si raccomanda l’utilizzo di attrezzatura da neve. Si rammenta la chiusura della S.P.31 del Passo Manghen dal km  14+400 a località Piazzol a Molina di Fiemme nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 38+520). Si segnala la formazione di buche lungo la SS 47 della Valsugana.

Strade sett 4 – TRENTO – MONTE BONDONE – PAGANELLA

Sono caduti fino a 60 cm sulla SP 85 in località Viote. Dopo il taglio di una pianta ad alto fusto in località Vaneze, la strada è stata riaperta ed è ripresa l’attività delle frese per completare gli allargamenti della carreggiata. Non si registrano problemi per la viabilità.

Strade sett 5 – VAL DI NON E SOLE

La nevicata ha interessato la media ed alta Valle di Sole e l’Alta Valle di Non. Gli accumuli di neve hanno raggiunto circa 120 cm a Passo Tonale, 90 a Passo Campo Calo Magno, 70-80 cm a Marilleva 1400 e Pejo, 30-40 cm in Alta Val di Non. Al momento sono chiuse per consentire il controllo ed il taglio delle piante instabili la SS 239 di Campiglio nel tratto tra Folgarida e Passo C.C. Magno e la S.S. 42 tra Vermiglio e Passo Tonale. La S.S. 42 è chiusa anche nel tratto compreso tra gli innesti della S.P. 19 di Ruffrè per caduta piante. Il traffico sulla relazione Ronzone Passo Mendola è deviato attraverso la S.P. 19 di Ruffrè. Da segnalare anche alcuni smottamenti in bassa Val di Non, con puntuali restringimenti di carreggiata. A causa dell’abbondante nevicata per buona parte della giornata saranno in attività i mezzi per lo sgombero neve ed in particolare le frese e turbine saranno impegnate per buona parte della giornata per completare le operazioni di pulizia del piano viabile e l’allargamento della carreggiata. Non si registrano particolari problemi per la viabilità.

Strade sett 6 – VALLI GIUDICARIE – VAL RENDENA

La nevicata ha interessato l’alta Val Rendena e le zone più in quota delle Giudicarie Esteriori (Passo Durone). Sono caduti circa 80-90 cm nella zona di Madonna di Campiglio;  5-10 cm in località Passo Durone. Non si registrano particolari problemi per la viabilità.

Strade sett 7 – ZONA ALTO GARDA, VAL DI LEDRO E VAL DI GRESTA  

La nevicata ha interessato solo le strade più in quota e cioè la parte della S.P. 127 nella zona di Tremalzo, dove gli accumuli di neve fresca hanno raggiunto i 50 cm. Non si registrano problemi per la viabilità.

Strade sett 3 – VALLI DI FIEMME E FASSA

Nella notte nevicate fino a 800 m (più in basso pioggia). Sui passi dolomitici caduti fino a 100 cm, la neve è pesante ed il transito sui passi rimasti aperti è difficoltoso. Sulla SP 71 tra Scancio e Segonzano (km 15 circa) a causa di un piccolo smottamento si transita a senso unico alternato. Il Passo Lavazè (SS 620) precedentemente chiuso è stato riaperto fino al passo ma permane la chiusura sul lato Bolzano per pericolo caduta sassi. Riaperta tutta la SS 48 fino a Canazei precedentemente chiusa in prossimità di Soraga per caduta piante. Passo Pordoi e Passo Sella chiusi da Canazei, Passo Fedaia chiuso da Penia (Canazei). Passo Valles chiuso per pericolo caduta piante. Permane la chiusura del Passo San Pellegrino lato Veneto per pericolo valanghe. Si raccomanda l’utilizzo di attrezzatura da neve.

Weekend perturbato

MeteoTrentino prevede per Sabato presenza di nubi basse al mattino, più soleggiato sui settori a nordovest, altrove variabile. Domenica e fino a martedì è atteso cielo in prevalenza nuvoloso, seppur con tratti soleggiati e con probabilità di deboli isolate precipitazioni. Sulla stessa linea Arpav Dolomiti Meteo che segnala per sabato 6 aprile: nella notte possibile presenza di nubi basse piuttosto insistenti, specie nelle valli prealpine. In giornata schiarite anche ampie, locali modesti addensamenti cumuliformi e nubi alte. Clima diurno più mite per il soleggiamento, ancora relativamente fresco in quota. Domenica 7 aprile, giornata piuttosto nuvolosa sia per estese nubi alte e medio-alte che per aumento della nuvolosità al pomeriggio/sera quando saranno possibili deboli o debolissime precipitazioni, specie sulle Prealpi, eventualmente nevose a 1500/1700 m. Clima diurno più fresco. Venti deboli da Est Sud-Est in quota. Lunedì 8 aprile, ancora tempo in prevalenza nuvoloso con possibili deboli precipitazioni, eventualmente nevose a 1800/1900 m, senza accumuli di rilievo. Temperature in rialzo specie in quota.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *