Primo Piano Trentino Alto Adige Valsugana Tesino

Trento, ribalta nazionale per il Caso Baratter: sospeso da capogruppo, al suo posto Ossanna

Share Button

Lorenzo Baratter non è più il capogruppo del PATT in Consiglio provinciale. Paolo Dalprà si autosospende dalla carica di vicesindaco di Folgaria. Il comunicato del sindaco

consiglio1

CORRIERETrento – Supera i confini provinciali il caso Lorenzo Baratter finito in primo piano sul Corriere della Sera (a sinistra) che si interroga sulla politica provinciale. In casa autonomista non mancano i malumori. Per il momento, dopo un confronto durato diverse ore, il consigliere risulta  “temporaneamente sospeso”.

L’ufficio politico, che era stato convocato per lunedì pomeriggio proprio per affrontare il caso, dopo che Pd e Upt avevano chiesto “un segnale forte” alle Stelle Alpine alla luce della vicenda del patto elettorale segreto tra il consigliere e la Federazione degli Schützen. Al posto di Baratter è stato nominato Lorenzo Ossanna.

Il segretario Franco Panizza ha spiegato le ragioni della decisione e ha spiegato anche che Baratter sarà sentito venerdì in procura.

Folgaria, Dalprà si autosospende

Il Vicesindaco Paolo Dalprà, in Giunta presso il Comune di Folgaria, ha proposto la sua autosospensione dalla carica di Vicesindaco, per “Sgomberare dal campo ogni possibile coinvolgimento dell’amministrazione in questo delicato momento”.  Il Sindaco Walter Forrer e l’intera Giunta, riconoscendo e considerando positivamente le motivazioni della richiesta del Vicesindaco, confermano la stima e l’apprezzamento per il lavoro che ha svolto e sta svolgendo nell’esclusivo interesse della collettività.

La Giunta comunale, ribadisce che questa vicenda “nulla ha a che fare con Folgaria” e -a chi insinua che possa gettare un’ombra sulla trasparenza delle elezioni amministrative dello scorso anno- il sindaco Walter Forrer precisa che tale ipotesi è «un’illazione priva di qualsiasi fondamento». Secondo il primo cittadino -infatti- “Paventare patti segreti e accordi men che trasparenti a Folgaria dove l’attuale maggioranza è stata liberamente eletta con il 64% dei consensi, è irrispettoso e offensivo nei confronti dell’elettorato”.

La reazione dei 5Stelle

“Mentre lo scandalo Baratter assume rilievo nazionale e getta discredito sulle nostre istituzioni agli occhi di tutti gli italiani, Pd e Upt continuano a tergiversare sulle dimissioni del consigliere PATT dimostrando così di approvarne l’operato. Il M5S ha presentato un esposto e Baratter è indagato per corruzione elettorale, abbiamo preteso sin dall’inizio la sua rinuncia alla poltrona e i partiti di maggioranza si limitano a deplorare l’accaduto: passino dalle parole ai fatti, ne va della dignità del Consiglio Provinciale”. Lo dichiara il deputato del MoVimento 5 Stelle eletto in Trentino, Riccardo Fraccaro.

“L’articolo del Corriere della Sera, a firma di Gian Antonio Stella, è un chiaro segnale della gravità della vicenda che – prosegue Fraccaro – non può essere minimizzata ulteriormente. Chi pattuisce in segreto il sostegno elettorale in cambio di soldi non può restare al suo posto, gli alleati di Baratter assumano una posizione chiara e univoca sulle sue dimissioni da consigliere.Siamo di fronte ad un vulnus politico che delegittima le istituzioni e va risolto subito, senza indugi né misure di facciata come le dimissioni da capogruppo o peggio la sospensione, che finirebbero solo per alimentare l’esasperazione sociale. Il M5S – conclude Fraccaro – andrà fino in fondo per tutelare le istanze dei cittadini onesti”.

UPT, esprime solidarietà ma chiede chiarezza

“In rispettosa attesa degli accertamenti da parte della Procura – scrive il coordinamento UPT provinciale – , fuori dalle strumentalizzazioni e con vicinanza umana nei confronti di un collega, la politica ha comunque il dovere di affrontare il caso Baratter. Al di là delle conseguenze penali che saranno da accertare, la vicenda in questione pone delicati interrogativi sul piano etico e dell’opportunità politica,  poiché introduce elementi di scarsa trasparenza nel rapporto tra eletti ed elettori.

Oggi invece c’è bisogno di comportamenti lineari, che contribuiscono a recuperare la fiducia nei confronti delle istituzioni, nel momento storico in cui proprio i cittadini pongono alla politica una richiesta di maggiore attenzione alla dimensione etica, di maggiore sobrietà, di capacità di gestione delle risorse in modo trasparente. La legittimazione della politica e dell’Autonomia passano anche attraverso la capacità di affrontare assieme passaggi delicati come questo e adottare le opportune soluzioni”.

PD, Caso Baratter: Nicoletti censura ma non propone le dimissioni

“Un candidato dovrebbe assolutamente astenersi da ogni pratica di questo genere: stupisce che ciò sia avvenuto e che non si abbia la consapevolezza della delicatezza della questione”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *