Primiero Vanoi

Trento, si prolunga la stagione nei rifugi

Share Button

Iniziative e proposte in molti rifugi per offrire ai turisti nuove e insolite occasioni di vivere la montagna

rifugio

Trento – Le settimane che segnano il passaggio tra l’estate e l’autunno offrono all’escursionista l’opportunità di vivere e scoprire una montagna insolita, capace di regalare silenzi e suggestioni, quando i colori vivi dell’estate iniziano a lasciare spazio a quelli più caldi dell’autunno, i cieli tersi e limpidi dilatano l’orizzonte. Si può soggiornare nei molti rifugi che hanno predisposto proposte-vacanza dedicate alle famiglie e agli escursionisti.

Il rifugio Capanna Cervino, ai piedi del Cimòn della Pala propone due weekend (26-27 settembre, 3-4 ottobre) per scoprire con esperti i segreti del cervo, il re della foresta di Paneveggio (info: 340 0747643 – prezzo del pacchetto a partire da 52 €).
Il rifugio Roda di Vaèl, in Val di Fassa, il 26 e 27 settembre organizza “Un rifugio e le sue infinite stelle”, un weekend all’insegna dell’osservazione dei corpi celesti in collaborazione con l’Associazione Astrofili Trentini (info: 0462 764450 oppure 335 6750325 – prezzo del pacchetto a partire da 50 €).

Il rifugio Gardeccia, invece, organizza – dal 19 settembre al 4 ottobre – “Un piatto da gustare”: al prezzo di 18 euro aperitivo di TrentoDoc accompagnato da una sfiziosa tartina e a seguire un piatto unico della migliore tradizione locale abbinato ad un buon bicchiere di vino trentino (info: 0462 763152)

Si intitola “Verde Comune” il programma di attività proposto nei weekend di settembre e ottobre dal rifugio Erterle sopra Roncegno in Valsugana. Si tratta di una serie di laboratori di autoformazione per la divulgazione di buone pratiche legate all’ecologia e di incontri su temi ambientali e sostenibili (info: 333 9351482 – quota di iscrizione comprensiva della mezza pensione al rifugio 42 euro).

Fino al 30 settembre al rifugio Sette Selle in Lagorai ogni lunedì c’è “Ninna nanna al rifugio” con letture e attività ricreative per i più piccoli (info: 347 1594929 – prezzo del pacchetto a partire da 42 €, gratuito per bambini fino a 8 anni).
Per le famiglie con bambini ecco la proposta (fino al 30 settembre) del rifugio Predaia ai Todes-ci in Val di Non che include attività ricreative e una conveniente formula soggiorno 2 adulti + 2 bambini pagando solo tre quote (info: 0463 463138 – prezzo del pacchetto a partire da 180 €).

Sull’Altopiano della Paganella il rifugio La Montanara aderisce all’iniziativa “GustiamociMolveno”, settimane gastronomiche dedicate ai prodotti tipici del territorio: dal 21 al 27 settembre protagonisti i salumi (info: 0461 585603).
Per gli escursionisti sono numerose le iniziative anche dopo il 20 settembre. Percorsi di trekking, lungo alcuni dei più spettacolari itinerari come il Brenta Trek Expert, a partire da 3 e fino a 6 notti in rifugio, un trek nel Parco dello Stelvio, il “Dolomiti Trek King” in Val di Fassa.

Info: www.rifugi.visittrentino.it

Share Button

One Reply to “Trento, si prolunga la stagione nei rifugi

  1. L’iniziativa di prolungare la stagione estiva (e auspicabilmente quella invernale) deve essere accolta con molto favore. Uno dei maggiori problemi che affligge il sistema turistico delle zone di montagna, infatti, è quello della stagionalità troppo corta, sempre più corta. Dobbiamo renderci conto, invece, che la montagna e’ bella e vivibile 365 gg. l’anno. L’importante e’ credere in questo importante valore. Il nostro territorio e’ attraente in ogni stagione e dunque anche l’indotto turistico, diretto ed indiretto, potrebbe offrire maggiore occasione di sviluppo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *