Primo Piano

In Trentino calano reati, 208 arresti in un anno, a Bolzano delitti in diminuzione, ma più aresti

Share Button

165/esimo Anniversario della Polizia. Consuntivo di attività presentato a Festa della Polizia. Questore, a Bolzano delitti in diminuzione, ma più arresti

Trento – Dall’aprile 2016 al marzo 2017, in Trentino, sono stati denunciati alla polizia 15.059 reati, numero in calo rispetto agli ultimi quattro anni (17.906 nel 2015-2016). La polizia ha arrestato 208 persone, di cui 98 per droga, e ne ha denunciate 1.343. Fra le sostanze stupefacenti sequestrate prevale nettamente (76%) l’hashish (25 kg).

Questi alcuni dei dati di un anno di attività resi noti oggi in Questura, a Trento, dal questore Massimo D’Ambrosio nel corso della cerimonia per la Festa della Polizia 2017. Circa l’attività dell’ufficio prevenzione crimini, prevalgono gli ammonimenti per violenza domestica (238).

Sul fronte immigrazione, sono stati rilasciati 11.071 autorizzazioni al soggiorno, mentre ne sono state respinte 200; 84 sono stati gli ordini di allontanamento, 101 i decreti di espulsione (in aumento rispetto all’anno precedente) e 19 le persone accompagnate alla frontiera o al Cie.

Bolzano – Nel suo discorso il questore di Bolzano Giuseppe Racca ha sottolineato che i “delitti in generale sono diminuiti a fronte di un maggiore numero di arresti”. Racca ha poi fatto accenno alla “legge di riforma della polizia, che ne stabilisce un nuovo assetto, facendone un’istituzione indispenbabile a tutela della collettività”.

Nell’anno passato (dal 21 marzo 2016 al 20 marzo 2017) sono state 261 le persone arrestate dalla squadra mobile, mentre 1472 sono state denunciate. L’attività di contrasto agli stupefacenti ha portato ad un sequestro di quasi due tonnellate di marijuana, di 100 kg di hashish e poco più di 5 kg di cocaina. I furti sono stati 2738, le lesioni dolose 228 e le truffe e frodi informatiche 127.
La polizia stradale a sua volta ha denunciato 198 Persone, quella ferroviaria 95 e quella postale 310.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *