Sicurezza, Lega Nord Trentino: gazebo per applicazione Decreto

Share Button

Segretario, per spiegare a cittadini e con petizione a sostegno

Trento – La Lega del Trentino organizza dei gazebo sul decreto sicurezza. Lo annuncia il segretario, Mirko Bisesti, assessore provinciale, col presidente del partito, Alessandro Savoi. “Visto il dibattito a livello nazionale – spiega il segretario – vogliamo dare informazioni, ma anche sottoporre loro una petizione, per sostenere l’applicazione del decreto”.

Inizieranno sabato a Trento e proseguiranno per due o tre settimane in tutta la provincia, nei giorni di mercato, coinvolgendo consiglieri provinciali e comunali e attivisti. “Vogliamo riaffermare- sottolinea Bisesti con Savoi – come presidenti di Province e Regioni stiano strumentalizzando la questione, soprattutto sui migranti, paventando ricorsi. I sindaci, come quelli di Napoli e di Palermo, dovrebbero avere altro da pensare”.

L’intento, hanno aggiunto, è anche sorvegliare sull’operato del sindaco di Trento, “anche se al momento non si è espresso nel merito e ha solo annunciato che intende aprire un dialogo col governo”.

  • In breve

Un incendio è stato appiccato nella notte al portone di una chiesa di Rovereto, in Trentino, quella di San Rocco – Nei giorni scorsi proprio a Rovereto, era stato allestito un presepe delle ‘Sentinelle in piedi’, con decine di finti feti umani sul cammino dei Re Magi e il titolo “La strage di Erode”, con intento antiabortista, aveva suscitato dibattito in provincia. Le fiamme nella notte hanno danneggiato solo il portone, mentre il fumo è arrivato all’interno, su intonaci e opere d’arte. Sul muro esterno, accanto al portone, è comparsa la scritta “I veri martiri sono in mare”.

Terzo giovane accusato di violenze in famiglia in Trentino in pochi giorni – Un trentino di 36 anni è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Riva del Garda per maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza. L’uomo, condotto in carcere a Verona, è accusato di avere aggredito la convivente, che ha chiamato il 112 per chiedere aiuto, spiegando che intanto si era allontanato in auto. I militari l’hanno rintracciato e bloccato, ma l’uomo ha tentato la fuga e ha aizzato contro di loro un cane, che ha morso uno dei carabinieri a una gamba. E’ risultato inoltre positivo all’alcoltest.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.