Trentino Alto Adige Valsugana Tesino Primiero Vanoi

Orientamento, il Trentino Sergio Anesi eletto alla guida della FISO. I primierotti Bettega e Gobber in Consiglio

Share Button

Sergio Anesi è stato eletto a Bologna nuovo presidente della FISO, la Federazione di Orienteering. Il trentino ha ottenuto 725 voti ed ha ringraziato la folta base che lo ha eletto

NordEst – “Per me si tratta di una soddisfazione enorme – spiega il neo presidente Anesi, volto noto in Trentino, originario di Baselga di Pinè – voglio ringraziare le società per la partecipazione massiccia e per le preferenze che mi sono state riconosciute. La squadra che mi affianca sembra all’altezza del compito che ci aspetta, ma anche i non eletti avranno un ruolo di supporto”.

“Credo nell’unione e nella condivisione del lavoro – ha sottolineato il nuovo presidente – la FISO racchiude in se valori importanti che condivido. In questi mesi da Commissario Straordinario ho potuto apprezzare questo movimento che racchiude un grande potenziale”.

Il nuovo Consiglio

  • Stefano Bisoffi 413
  • Elena Poli 406
  • Adriano Bettega 392
  • Daniele Guardini 336
  • Carla Gobbetto 301
  • Valter Giovanelli 238
  • Gianluca Carbone 224

ATLETI: Christine Kirchlechner 78 – Andrea Gobber 48

TECNICI: Fabio Hueller – REVISORE: Marco Sabella

In breve

Periodo di successi per la comunità di Primiero. Non solo nello sport, dove i campioni di casa continuano a primeggiare.

Marco Gubert – chef e atleta non professionista – ha vinto nelle scorse settimane la prestigiosa Tjörnarparen Trail Ultra 100 miles, con il tempo di 19h13’10, nuovo record della competizione. Gara non molto nota nel mondo del trail, quella che si è svolta nel sud della Svezia, a poche decine di chilometri da Malmö, offre però agli appassionati di questa disciplina un percorso duro, non tanto per il dislivello, ma per il difficile terreno sul quale i partecipanti sono chiamati a misurarsi, caratterizzato da paludi, ruscelli e fitti boschi.

Birre di qualità nazionale. Altro podio primierotto conquistato anche da Bionoc Primiero con la “Miglior birra d’Italia” nella categoria 37 (birre acide), che nelle scorse settimane ha vinto per la quarta volta di fila al concorso nazionale di Rimini. Con una birra “sperimentale”, assolutamente unica.

Patrizia Sperandio ha vinto invece Lady Chef nei giorni scorsi a Riva del Garda. con il suo dolce intitolato «A casa di nonna». Ai fornelli si sono sfidate chef provenienti da tutte le regioni d’Italia. Una sfida ardua: 40 minuti di tempo per preparare un dolce a base di pasta sfoglia oppure con un impasto a base di amaretti. Patrizia Sperandio, si è imposta su tutte preparando una delizia capace di cogliere l’attenzione della giuria inizialmente dal punto di vista estetico riuscendo poi a completare la sinfonia appagando le papille gustative dei giudici.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *