Primo Piano Trentino Alto Adige Valsugana Tesino

M’illumino di meno: visita guidata al buio al Buonconsiglio

Share Button

Al Castello e sedi distaccate si spengono le luci il 19 febbraio

Buonconsiglio_

Trento – Venerdì 19 febbraio ad ore 18.30, in occasione della giornata del risparmio energetico, sarà organizzata al Castello del Buonconsiglio una suggestiva visita notturna alla mostra “Le scelte di Grezler” con aperitivo Rotari proposto dalla cooperativa Samuele. Le sedi distaccate del museo spegneranno le luci.

Il fascino del Castello del Buonconsiglio di notte. Sarà una visita guidata davvero particolare in un’atmosfera suggestiva ed unica quella che andrà in scena venerdì 19 febbraio in occasione della giornata del risparmio energetico “M’ illumino di meno”. Il Castello del Buonconsiglio di Trento assieme alle sedi distaccate di Castel Beseno, Castello di Stenico, Castel Caldes e Castel Thun parteciperanno anche quest’anno all’iniziativa spegnendo alle 18.30 tutte le luci che illuminano i manieri. Per l’occasione al Castello del Buonconsiglio sarà prevista una particolare visita guidata notturna (illuminata solo da pile elettriche) alla mostra “Le Scelte di Grezler” nell’ orario 18.30. I visitatori, che sono pregati di portare una pila elettrica, saranno accompagnati in mostra e potranno ammirare e scoprire le magnifiche opere della rassegna, per poi concludere la serata con uno stuzzicante aperitivo proposto dalla caffetteria del museo” Il Barone del castello”, rigorosamente in penombra. Il percorso dal Magno Palazzo a Castelvecchio sarà, per questioni di sicurezza, comunque illuminato da luci a led. E’ necessaria la prenotazione allo 0461 492811. (Tariffa: 8 euro ingresso compreso aperitivo).

grenzler

Proseguono invece domenica 21 febbraio alle ore 11, gli incontri d’arte dedicati alla collezione ITAS del lascito Grezler con un appuntamento dedicato all’affascinante tema del paesaggio e della battaglia e le musiche di J.S.Bach suonate al violoncello da Elena Ben. Sarà la prof.ssa Maria Silvia Proni, una tra le maggiori studiose della pittura del Sei e Settecento, ad accompagnare gli appassionati d’arte nel percorso dedicato a “Mischie armate e cieli burrascosi”, nell’ambito dell’iniziativa comodaMENTEinMUSEO.

Partendo da alcune opere presenti nella collezione d’arte Grezler, la nota esperta introdurrà il pubblico all’affascinante tema della pittura di paesaggio che a partire dal Seicento, non viene più relegata a sfondo o ambientazione di scene figurative, ma eletta a genere pittorico grazie a una mutata sensibilità per il dato naturale e all’impulso dell’arte italiana e fiamminga, incontrando un sempre più ampio apprezzamento tra appassionati e collezionisti. Nelle raccolte private della nobiltà e di una sempre più raffinata e facoltosa borghesia, trovano così progressivamente posto, accanto a soggetti di riconosciuta levatura artistica come quelli mitologici e storici, ampie tele con paesaggi. La natura, vivida e rigogliosa, è restituita in immagini di grande freschezza, intense per resa tonale e giochi di luce: poetiche e rassicuranti visioni bucoliche si alternano a vedute ‘burrascose’ ed emozionanti, ove si perdono talvolta piccole figure di viandanti o di personaggi mitici e biblici, oppure si ergono melanconiche rovine romane che echeggiano il gusto per l’antichità classica. Negli stessi anni i paesaggisti, sia italiani sia fiamminghi, frequentano anche un nuovo genere, particolarmente gradito e ricercato nel Seicento: la ‘battaglia’. Atti di eroismo, mischie di cavalieri, epici e complicati combattimenti esaltano quei valori e talenti bellici, nei quali l’aristocrazia ama ancora identificarsi. Valicando ogni intento narrativo o commemorativo, i dipinti di battaglia assumono così, sulle pareti delle dimore signorili, un significato unicamente ornamentale come si può ammirare nelle opere esposte all’interno della rassegna “Le scelte di Grezler”.
L’appuntamento sarà allietato dall’intervento musicale di Elena Ben, allieva del prof. Magris del “Conservatorio Bonporti” che proporrà musiche di J.S. Bach al violoncello e infine dall’aperitivo, con spumante Rotari, preparato dalla Cooperativa Samuele presso la caffetteria al “Barone al Castello”.

comodaMENTEinMUSEO” è un’iniziativa che promuove lo spirito dello “slow museum”, proponendo incontri esclusivi con esperti per conoscere e apprezzare una selezionatissima scelta di opere delle collezioni, in un clima rilassato, reso ancora più gradevole dalla musica degli allievi del Conservatorio “Bonporti” e da un momento conviviale con l’aperitivo proposto dalla Cooperativa Samuele presso la caffetteria museale “Barone del Castello”.

Ingresso 5 euro a persona, comprensivo di aperitivo

Info e prenotazioni allo 0461 492811 lun- venerdì 9-13

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *