Primo Piano Trentino Alto Adige

Intervento notturno per il recupero di due persone bloccate sopra le Placche Zebrate. Elisoccorso anche sulla ferrata del Cimon della Pala

Share Button

Weekend impegnativo per gli uomini del soccorso alpino

Trento – Si è concluso verso le 5.30 di domenica mattina un intervento in soccorso di due ragazzi polacchi che si sono persi sulla via del rientro dopo aver concluso nella serata di ieri la via Claudia sulla parete delle Placche Zebrate (Dro). L’uomo e la donna hanno chiamato i soccorsi verso le 2.30 di questa notte dopo aver perso la traccia del sentiero di rientro ed essere finiti in un canalone di ghiaioni molto impervio.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento di 4 operatori della Stazione Riva del Garda. Mentre i Vigili del Fuoco di Dro illuminavano con la fotoelettrica il luogo dove si trovavano i due ragazzi, i soccorritori si sono portati con i mezzi al termine delle vie delle Placche Zebrate.
Da lì, in circa trenta minuti di camminata lungo il sentiero e poi salendo lungo il canalone per circa 60 metri hanno raggiunto i due ragazzi, incolumi. Dopo averli messi in sicurezza, i soccorritori hanno attrezzato due corde fisse grazie alle quali è stato possibile raggiungere il sentiero di rientro ed infine le macchine.

Elisoccorso anche a Primiero

Elicottero mobilitato anche a Primiero con diversi voli tra la base di Primiero e le Pale di San Martino, nella giornata di domenica, per un soccorso fortunatamente non grave, sulla ferrata del Cimon della Pala.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *