NordEst

Incidente di Mezzolombardo, Pm ordina autopsia

Share Button

E' stata chiesta l'autopsia sul coro della giovane donna di Mezzolobardo, morta tragicamente per cercare di salvare il proprio cane. Saranno il professor Domenico De Leo e la dottoressa Elena Pellini ad eseguire l'autopsia sul corpo di Sonia
Nalin, la giovane di 26 anni travolta martedì mattina a Mezzolombardo.

Dall'esame autoptico il pm Giuseppe De Benedetto intende trarre ulteriori indicazioni sulla dinamica dell'incidente, avvenuto praticamente sulle strisce pedonali in centro alla località trentina. La Procura avrebbe a disposizione anche il racconto di un testimone oculare che ha assistito alla drammatica scena dell'incidente.

L'incidente di Mezzolombardo 

Sonia Nalin, 26 anni, e' morta mentre stava attraversando la strada per recuperare il cagnolino che era sfuggito al suo controllo. E' stata travolta dall'autobus di linea condotto da Renzo Martini, in servizio presso la Trentino Trasporti da circa un trentennio e che ora si trova all'ospedale Santa Chiara di Trento in stato di shock.

Il cagnolino e' sfuggito al suo controllo ed ha attraversato la strada; Sonia l'ha inseguito e proprio mentre si e' accovacciata per recuperare la bestiola, e' stata travolta. E' morta sul colpo.

Una ragazza che amava la vita 

Sonia Nalin si era trasferita da Bolzano a Mezzolombardo, dove aveva trovato lavoro presso una ditta di materiale elettrico; era appena uscita con l'inseparabile cagnolino dalla casa di Paolo, il fidanzato con il quale si sarebbe sposata tra poche settimane.

La seconda vittima in regione, per salvare un animale

Nei giorni scorsi, un uomo era morto in Alto Adige per salvare il cane dalle gelide acque di un bacino artificiale. Si era gettato nonostante non fosse in grado di nuotare ed è morto annegato. Due vere tragedie in Trentino Alto Adige, a distanza di pochi giorni, una dall'altra.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *