Primo Piano NordEst

Governo, Renzi annuncia dimissioni Bellanova, Bonetti e Scalfarotto. Conte: “Accetto dimissioni ministre”

Share Button

Il presidente del Consiglio: “Ho informato il Presidente Mattarella. Sono sinceramente rammaricato per il notevole danno che si sta producendo per il nostro Paese nel pieno di una pandemia”

NordEst (Adnkronos) – Matteo Renzi leader di Italia Viva, ritira le sue ministre dal governo. Lo ha annunciato in apertura della conferenza stampa di Italia Viva. Oltre a Bellanova e Bonetti lascia il governo anche il sottosegretario Scalfarotto. “La crisi è aperta da mesi, serve rispetto per le regole democratiche: abbiamo chiesto di risolvere problemi, non un reality show”, ha detto l’ex premier.

“Noi – ha spiegato Renzi – non giochiamo con le istituzioni, la politica non è un reality show, non si fa con le veline ma affrontando i problemi nelle sedi politiche, nelle sedi istituzionali, in Parlamento. La Costituzione non è una storia su Instagram. Risolviamo i problemi che si sono aperti: questa è politica. Pensare di risolverli co un post su Facebook è populismo, ha continuato il leader Iv, che ha aggiunto: “A dimettersi ci vuole coraggio e responsabilità. E’ molto più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi alla tenace difesa dello status quo”, ha scandito l’ex premier.

“Se le forze politiche dell’attuale maggioranza hanno voglia di affrontare i temi, lo facciano ma senza rinviare ancora. Senza continui giochi di parole, comunicati roboanti. La democrazia ha delle forme e se non vengono rispettate allora qualcuno deve avere il coraggio di dire che il re è nudo”.

La reazione del Governo Conte al Quirinale

Nel pomeriggio c’è stato un colloquio fra il premier e il Presidente della Repubblica. “Cari ministri, purtroppo questa sera Italia Viva si è assunta la grave responsabilità di aprire una crisi di governo. Sono sinceramente rammaricato, e credo di potere interpretare anche i vostri pensieri, per il notevole danno che si sta producendo per il nostro Paese per una crisi di governo nel pieno di una pandemia e di una prova durissima che il Paese sta attraversando. Se un partito fa dimettere le sue ministre, questo non può essere considerato un fatto estemporaneo, non si può sminuire la gravità di questa decisione“. Così, a quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte aprendo il Consiglio dei ministri, a Palazzo Chigi, si è espresso sulle dimissioni delle ministre di Italia Viva. Matteo Renzi ha annunciato l’uscita di Teresa Bellanova e di Elena Bonetti dall’esecutivo.

“Ho provato fino all’ultimo minuto utile – ha proseguito il presidente del Consiglio -a evitare questo scenario, e voi siete testimoni degli sforzi fatti in ogni sede, ad ogni livello di confronto. Ancora due giorni fa e quest’oggi ho ribadito che avevo preparato un lista di priorità per un confronto da fare non appena approvato il Recovery Plan, stasera le misure anticovid, la proroga dello stato di emergenza, domani lo scostamento di bilancio”.

“Non ci siamo mai sottratti a un tavolo di confronto anche se oggettivamente diventa complicato un confronto quando il terreno è disseminato continuamente di mine difficilmente superabili”, ha detto ancora. “Il Paese sta guardando la drammatica situazione che stiamo vivendo, ho offerto la disponibilità ad un tavolo di legislatura eppure di fronte a questa disponibilità ci sono state comunque le dimissioni delle ministre. Dimissioni che mi sono state comunicate attraverso una comunicazione via mail e che accetto. Naturalmente questa sera ho informato della situazione il Presidente Mattarella“, ha aggiunto Conte.

La renziana Conzatti non chiude a Conte

Se c’è questa disponibilità a rafforzare la coalizione con un patto di legislatura, come ha appena detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, va subito esplorata”. Donatella Conzatti, senatrice trentina di Italia viva, non ha dubbi quando risponde al Corriere della sera.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *