Il Governatore Rossi scrive agli alunni di Tonadico premiati al Quirinale: “Cari bambini, vorrei essere bravo come voi ad imparare un’altra lingua”

Share Button

Il presidente della provincia di Trento, Ugo Rossi si complimenta con alunni e insegnanti per il prestigioso riconoscimento ricevuto a Roma dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Trento – Dopo la cerimonia solenne e l’emozione della Capitale, per gli alunni arriva anche la lettera di piazza Dante. Con parole semplici, che vanno al cuore dei ragazzi, il governatore trentino ringrazia i ragazzi del Primiero e la piccola Iulia, che con la sua storia ha commosso l’intero Trentino. La scuola equiparata dell’infanzia “C. Fuganti” di Tonadico (Primiero San Martino di Castrozza) ha ricevuto al Quirinale una speciale targa, durante la cerimonia di premiazione degli “Alfieri della Repubblica”, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La lettera del presidente Rossi ai ragazzi

“Cari bambini – scrive il presidente Ugo Rossi -, vorrei essere come voi. Vorrei essere bravo come lo siete stati voi e le vostre insegnanti ad imparare un’altra lingua, la Lingua dei Segni, per poter comunicare anche con chi, come la vostra compagna Iulia, non può sentire e usare le parole. Non essendo così bravo, vi prego dunque, visto che lo sapete fare, di ‘tradurre’ voi per me questo messaggio anche a Iulia. Noi adulti usiamo spesso troppe complicate parole per dire cose semplici, finendo per non farci capire proprio da voi, che siete i primi cittadini ad avere il diritto di farsi ascoltare. E sono sicuro che avete chiesto alle vostre bravissime insegnanti cosa significa essere nominati dal Capo dello Stato ‘Alfieri della Repubblica’. Così come credo che imparare ad esprimersi ed a comunicare oltre le parole sia stato per voi una bella avventura, quasi un gioco”.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.