Primo Piano

Fungaiolo veneziano morto in Val Funes

Share Button

Salito sul Monte Rasciesa è caduto per 40 metri

Bolzano – Un turista veneziano è morto, precipitando per oltre 40 metri, nei boschi sul monte Rasciesa, tra la Val di Funes e la Val Gardena. L’uomo, 66 anni, era salito fino a circa quota 2.000 per cercare funghi.

La sua assenza è stata segnalata al soccorso alpino della Val di Funes che ha inviato una squadra di ricerca.

Il turista è stato trovato in una zona impervia ormai senza vita. Il suo corpo è stato recuperato dall’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites.

  • In breve

Emorragia cerebrale a livello della nuca: è questo che ha provocato la morte del piccolo nigeriano di appena due settimane – Il piccolo è deceduto giovedì pomeriggio all’Hotel Alpi a Bolzano, dove si trovava ospitato con i genitori. Viene, dunque, esclusa l’ipotesi di un rigurgito, come in un primo momento si era pensato. Ora la Procura dovrà capire come e perché il piccolo sia caduto e se ci siano state eventuali responsabilità da parte di terzi. Al momento, non risulto nessun iscritto sul registro degli indagati. Era stata la mamma, una profuga nigeriana, ospite con il suo piccolo, nato a Bolzano, nella struttura d’accoglienza per profughi dell’ex Hotel Alpi, a notare che il bimbo non respirava più ed a lanciare l’allarme. Inutili i tentativi di rianimarlo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *