NordEst

Eluana: l’ultimo addio tra le polemiche, la famiglia invoca il silenzio

Share Button

Il padre: "Lasciatemi solo"

"Lasciate che io viva il mio dolore da solo. So benissimo che la vicenda è pubblica, però , arrivati a questo punto desidero proprio che, visto l'epilogo, rientri il più possibile nella dimensione privata".

Eluana non sarà cremata, rito funebre a Paluzza

Dopo le notizie di qeste ultime ore, Armando Englaro ha detto che la nipote non sarà cremata. "Abbiamo deciso così – ha spiegato, dopo che erano circolate voci di una possibile cremazione -. Eluana, riposerà qui a Paluzza nel cimitero di San Daniele".

Il rito funebre, strettamente privato, si svolgerà giovedì con una cerimonia religiosa nel piccolo paesino di Paluzza, in Carnia, terra d'origine della famiglia Englaro. Il parroco di Paluzza, don Tarcisio Puntel, ha ricevuto l'autorizzazione dell'arcivescovo di Udine, monsignor Pietro Brollo, per il rito religioso, così come desiderava lo zio di Eluana, Armando, che si sta occupando delle pratiche delle esequie. Al funerale, però, la madre Saturna, gravemente malata, non sarà presente così come il padre Beppino.

La conferma è arrivata dal Procuratore Generale di Trieste, Beniamino Deidda, parlando con i giornalisti a Trieste dopo un incontro con il Procuratore della Repubblica di Udine, Antonio Biancardi.

L'autopsia è stata eseguita martedì sera, nell'ospedale Santa Maria della Misericordia, sul corpo della donna morta lunedì nella casa di riposo La Quiete. La morte – si legge nel referto – può essere compatibile con quanto previsto dal protocollo definito sulla base del decreto della Corte di Appello di Milano per l'interruzione della nutrizione, ma la conferma potrà venire solo dalla relazione preliminare che i periti consegneranno alla Procura di Udine.

Durante l'autopsia gli anatomopatologi hanno completato tutti i prelievi di campioni di tessuti e organi per le analisi di laboratorio, compresi campioni di tessuti cerebrali per poter fugare ogni dubbio sulla morte, come richiesto anche dalla famiglia.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *