Il “Diario di Angelo Michele Negrelli”: Primiero, lì 2 maggio 1819

Share Button

Racconti dalle Dolomiti di Primiero dal 1819 al 1824

2, 3. Due belle giornate che sempreppiù fanno perdere il credito alle granaglie in genere. Le patate sono in un avvilimento totalissimo. Basti il dire che più non hanno alcunissimo valore ma, non trovando più nissuno che ne voglia per niente, convien disfarsene col gettarle sul lettamaio. Io aveva incominciato a far acquavite e mi riusciva ma la spesa superava l’entrata per il basso prezzo dell’acquavite di vino. La Bettina si trovò quindi costretta a gettarne più di duecento staia sul lettamaio. Quale strana metamorfosi!!! Già due anni persino con stenti e preghiere allire dieci lo staio ed ora meno di niente!!! Bontà del Cielo infinita!

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.