Concessione A22, nuova convenzione a inizio 2018: fondi a ferrovia

Share Button

Ok a emendamento Autonomie, nuova convenzione a inizio 2018

Bolzano – Le province autonome di Trento e Bolzano, la regione Trentino/Alto Adige e le province di Mantova, Verona e Modena gestiranno l’autostrada del Brennero, tramite la loro controllata Autostrada del Brennero Spa, per i prossimi 30 anni.

A tal fine “dovranno essere estromessi i soci privati perché, secondo gli accordi con la Commissione europea, si deve trattare di una società in house partecipata solo da enti pubblici”. E’ quanto prevede un emendamento al dl fiscale, approvato, secondo quanto riferiscono i senatori del Gruppo per le Autonomie, in Commissione Bilancio di Palazzo Madama, che consentirà la stipula della nuova concessione/convenzione nei primi mesi del 2018.

Il fondo ferroviario dell’autostrada del Brennero, alimentato dal 1997, che a fine anno ammonterà circa 650 milioni, sarà trasferito ad un capitolo del Ministero dell’Economia e poi destinato a Rfi per il finanziamento della galleria del Brennero e le infrastrutture connesse. Tale trasferimento avverrà solamente al momento in cui la nuova concessione sarà operativa.

Autostrada del Brennero Spa destinerà 34,5 milioni all’anno al fondo ferrovia in regime di esenzione fiscale. Il concessionario verserà inoltre per i primi 8 anni 70 milioni al bilancio dello Stato a titolo di compenso per il valore della concessione. Il canone di concessione ammonta a 45 milioni per anno.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.