Collegamento San Martino Passo Rolle, Minoranze provinciali sollecitano il progetto. Giovedì 3 agosto presentazione del ‘preliminare’ a Primiero

Share Button

Proposta di ordine del giorno del consigliere provinciale Maurizio Fugatti del Gruppo consiliare Lega Nord Trentino, sottoscritta anche dai Consiglieri provinciali Giacomo Bezzi e Claudio Cia, in merito alla realizzazione del collegamento San Martino di Castrozza – Passo Rolle che andrà in discussione in questi giorni durante l’assestamento di bilancio. Intanto il 3 agosto sarà presentato il nuovo progetto a Primiero

Trento – Il collegamento San Martino di Castrozza – passo Rolle approda nuovamento in Consiglio provinciale a Trento, dopo la presentazione dei giorni scorsi del progetto La Sportiva che ipotizza lo smantellamento degli impianti ai piedi del Cimon della Pala.

L’intervento delle minoranze

“Ad oggi – scrivono i consiglieri provinciali Fugatti, Bezzi e Cia – risulta fondamentale la realizzazione del collegamento funiviario tra le località di San Martino di Castrozza e Passo Rolle.
Si ricorda che un primo collegamento rimase in funzione dal 1949 al 1963 (Seggiovia del Sole) mentre nel 1998 fu costituita la società San Martino Rolle Srl per individuare delle ipotesi di collegamento fra le due aree.

Si sarebbe quindi optato per una cabinovia lungo il Cismon fino a Malga Fosse di Sopra e due seggiovie ma il progetto fu bloccato, dopo essere stato presentato in Comunità di Valle, in attesa della variante al PUP (approvata nell’agosto 2003) che avrebbe valutato poi favorevolmente l’arroccamento lungo la Val Bonetta a Ces.

Nel 2007 – continua il documento – viene depositato il progetto “Funifor”, approvato il seguente anno dalla Giunta provinciale per un costo di 20 mln. Nel 2009 il Presidente della Provincia Dellai e l’Assessore Pacher presentano l’idea della funicolare con costi a carico della Provincia (si veda articolo di un quotidiano locale dd 31.10.2014).

Dopo la promessa funicolare, dal costo pare di 43.274.275 mln di Euro, lo sguardo si sposta altrove e nel 2015, come detto poc’anzi, viene sottoscritto dalla Provincia, dalla Comunità di Valle e dai Sindaci del Primiero il Protocollo d’Intesa nel quale viene elencata la realizzazione di diverse opere fra cui un nuovo collegamento attraverso un impianto a fune tra San Martino di Castrozza e Passo Rolle e relativa pista di rientro.

Un’opera importantissima che ormai da troppo tempo attende di vedere la luce del sole nonostante le continue richieste provenienti dal territorio e le numerose promesse fatte nel corso degli anni. Preso atto che, dalla serata svoltasi in data 19 luglio a San Martino di Castrozza, incentrata sul futuro del Passo Rolle, sono emersi due punti molto chiari:

I. la presenza di un imprenditore che vuole mettere a disposizione le proprie idee e le proprie risorse economiche per un progetto di rilancio e sviluppo di Passo Rolle (cosa che, in periodi così difficili, non è per nulla scontata);

II. la parte pubblica deve dare al più presto risposte chiare sul Protocollo d’intesa del 2015 e deve finanziare subito, come promesso, il collegamento San Martino di Castrozza – Passo Rolle.

Tra l’altro, nel documento presentato, le minoranze chiedono in sintesi, che la la Giunta Provinciale si impegni ad adottare tutti gli atti e le iniziative necessarie per garantire la realizzazione in tempi brevi del collegamento San Martino di Castrozza – Passo Rolle, così come contenuto nel Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 2015, considerato altresì che i 20.000.000 di Euro utili alla realizzazione sono già previsti nei piani di Trentino Sviluppo”.

Collegamento con passo Rolle, presentazione giovedì 3 agosto a Primiero

San Martino Rolle, ecco il nuovo progetto – L’annuncio ufficiale della presentazione del progetto preliminare di collegamento San Martino Rolle è stato ufficializzato dallo stesso presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel via facebook. Chiaro il messaggio lanciato online: “…un’occasione per capire dal vivo di cosa si parla…”. Alla serata è annunciata anche la presenza dell’assessore provinciale Michele Dallapiccola.

Share Button

You must be logged in to post a comment Login