Cancelliere austriaco Kurz in Alto Adige: “Stretta collaborazione con Roma. Invidiamo dati economici di Bolzano”

Share Button

 “Sono qui a Bolzano su invito dell’Svp, il partito fratello della Övp. Il doppio passaporto non è un tema, comunque ho sempre detto che agiremo in stretta collaborazione con Roma, concordando il da farsi”. Lo ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, conversando con i cronisti all’arrivo del comizio che apre la campagna elettorale della Svp in vista delle provinciali del 21 ottobre

Il governatore altoatesino Kompatscher (a sinistra) con il cancelliere Kurz (a destra)

NordEst – “Parleremo oggi invece – ha aggiunto – della collaborazione tra l’Alto Adige e l’Austria e tra l’Italia e l’Austria per rafforzare la nostra posizione in Europa. Vogliamo anche trarre vantaggio dall’Euregio (tra Bolzano, Trento e Innsbruck, ndr.) sfruttando i stretti rapporti reciproci”. Kurz ha infine evidenziato “gli eccellenti dati economici dell’Alto Adige.

In Austria la disoccupazione è in calo, ma comunque invidiamo i valori altoatesini. L’Alto Adige ha un turismo e un’economia forte e un’alta qualità di vita. Uno dei motivi è il lavoro della Svp e quello del governatore Kompatscher”.

“Il Brennero è stato una sfida difficile per l’Europa, ma è stata risolta grazie all’Unione Europea che è la conquista del 20/o secolo. Dobbiamo fare in modo che lo sia anche del 21/o secolo”, ha ribadito il cancelliere austriaco,

Il leader dei popolari austriaci ha smorzato i toni sulla questione del doppio passaporto.”L’accordo di governo prevede anche di concedere la cittadinanza austriaca alle vittime del nazismo e i loro discendenti”, ha detto Kurz.

Il governatore Arno Kompatscher ha aggiunto che “i successi più grandi per l’autonomia altoatesina sono stati raggiunti grazie all’ottimo dialogo con Roma e Vienna. E faremo lo stesso con il doppio passaporto”.

Il cancelliere ha parlato anche della questione migranti. “Non possono essere i passatori a decidere chi arriva da noi, ma esclusivamente gli stati europei. E chi arriva deve integrarsi. Dobbiamo riparare il sistema europeo”, ha aggiunto.

Il doppio passaporto per i sudtirolesi

Sarà introdotto “solo nel rispetto dell’idea di pace europea e d’intesa con l’Italia”. Lo dice il cancelliere austriaco Sebastian Kurz in un’intervista alla Tiroler Tageszeitung. Il leader della Oevp ribadisce la volontà di proseguire sulla strada intrapresa e ricorda che “anche l’Italia concede la cittadinanza a certi gruppi in Slovenia e Croazia”.

Secondo Kurz, “l’Alto Adige è un esempio come la pacifica convivenza possa funzionare a lungo termine”. Il cancelliere cita anche l’Euregio transfrontaliera di Innsbruck, Bolzano e Trento “che è un grande successo ed è un esempio per tutta l’Europa”. Kurz ribadisce, inoltre, che “l’autonomia altoatesina non è un tema nuovo, ma importante” e ricorda che “la funzione tutrice di Vienna non può essere messa in discussione” per il suo ancoraggio internazionale.

  • In breve

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.