Caldonazzo, nuovo colpo alla ferrovia della Valsugana: treni fermi per un atto incendiario

Share Button

In fiamme lunedì sera, il gruppo di continuità che si trova nel sottopassaggio ferroviario. Indaga la polizia ferroviaria. E’ il secondo episodio in meno di un anno

Caldonazzo (Trento) – Sul posto è stato ritrovato un combustibile rudimentale, ma sufficiente per far propendere per la pista dolosa. Erano le 18 di lunedì pomeriggio quando le fiamme hanno avvolto il gruppo di continuità nel sottopasso pedonale. La circolazione sulla linea della Valsugana è stata interrotta per un’ora. Precauzionalmente.

Già nel maggio di un anno fa la stazione di Caldonazzo era stata presa di mira. A bruciare fu cavo della centralina che gestisce la distanza tra i treni. Un attentato di matrice antagonista contro l’adunata degli alpini.

Non è ancora chiaro se dietro ci sia un atto vandalico o un qualche disegno eversivo. Di certo ci sono i disagi per i passeggeri. “Ma la loro incolumità non è mai stata in pericolo”, assicura Roberto Andreatta, dirigente del servizio trasporti della Provincia.

Le indagini sull’accaduto sono affidate alla polizia ferroviaria. Sul posto anche vigili del fuoco e carabinieri che indagano a tutto campo.

Un operaio ha riportato ferite mortali a seguito di un incidente sul lavoro che si è verificato nel tardo pomeriggio a Campodazzo. L’operaio stava posando delle reti paramassi ed era imbragato, ma per cause in via di accertamento è caduto sulle rocce ed è morto sul luogo. Stando alle prime informazioni l’uomo di 40 anni era nato a Milano.   Indagini dei carabinieri.

Ipotesi pedaggio per passi dolomitici trentini. Si ipotizza per i passi dolomitici del Trentino una sorta di “vignetta”, un pedaggio per l’accesso i cui proventi possano poi essere utilizzati per migliorare la viabilità e potenziare il trasporto pubblico. Failoni in Val di Fassa per discutere delle limitazioni del traffico sui Passi Dolomitici

Dj da violentare, Masocco si dimette. Il consigliere comunale di Bolzano della Lega Kevin Masocco, finito in mezzo alle polemiche per un audio messaggio a lui attribuito in cui si sentono parole sessiste su una “dj da violentare”, ha rassegnato le sue dimissioni.

Share Button

Lascia un Commento

Your email address will not be published.